Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Carburanti, i prezzi galoppano. In Sicilia, al solito, ancora di più
di Giuseppe Bellia

Fra ottobre e novembre, dopo i rialzi in Borsa delle quotazioni di petrolio, è ripartita la corsa al rincaro. Tutte le maggiori compagnie presentano listini più salati che nelle altre regioni

Tags: Benzina, Petrolio, Prezzi



PALERMO - È ripresa a galoppare la crescita dei prezzi alla pompa delle compagnie petrolifere. Poco consola che l’ascesa dei listini stia caratterizzando l’intero Paese, poiché la Sicilia insieme alla Campania, fa registrare i picchi più alti di prezzo.
Già a settembre, Palermo (13,49 € benzina e 11,77 €  gasolio per 10 Lt), secondo l’Osservatorio nazionale dei prezzi, superava di gran lunga Milano e Torino. La sola Napoli (13,91 € benzina e 12,35 € gasolio per 10 Lt) presentava listini più alti.
Fra ottobre e novembre si è registrata una lievitazione dei prezzi della maggior parte delle compagnie petrolifere.

Ecco i principali “ritocchi” da parte  delle maggiori aziende di settore su scala nazionale.
Api-IP hanno aumentato di 0,6 centesimi il prezzo di riferimento della verde e di 0,7 quello del gasolio. Erg e Tamoil hanno ritoccato di 0,5 centesimi la sola benzina, salendo rispettivamente. Stessa variazione, ma su entrambi i prodotti per Q8. La Total, infine, ha aumentato di 0,7 centesimi il prezzo della verde  e di 0,2 centesimi quello del gasolio fino a 1,169 euro/litro.
Se gli aumenti sono generalizzati in tutto lo Stivale, l‘Isola è sempre al vertice per carocarburanti alla pompa, anche se le altre regioni si stanno avvicinando.
 
Quello che si presenta per i consumatori isolani è un “autunno caldo”...per il portafoglio. Mettendo a confronto gli ultimi listini secondo i dati riportati dal Quotidiano Energia aggiornati al 2 novembre, l’Isola si conferma con prezzi alla pompa nettamente superiore di diversi centesimi  alla media nazionale.

Benzina
Listini alla mano, è l’Agip a sbancare (1,284 €), prezzo concorenziale, al punto da sovrastare i cosiddetti indipendenti (1,303 €) e l’Ip (1,304€). All’ultimo posto delle compagnie petrolifere censite Energia Siciliana (€  1,361), prezzo decisanente superiore ai concorrenti. Dalla benzina al diesel. Stavolta è l’Ip a primeggiare  (1,092 €) davanti ad Agip (1,106 €) ed Erg (1,135 €). Agli ultimi posti Esso (1,158 €)  ed Energia Siciliana (1,211 €)
In questa settimana, si registra un maggior livello competitività dei prezzi delle grandi compagnie petrolifere  in Sicilia, al punto di sovrastare anche le etichette indipendenti.
Buona notizia, a cui segue l’ormai triste realtà che i prezzi di tutte le compagnie petrolifere in Sicilia presentano listini abbondantemente superiori alla media nazionale per quanto concerne benzina (1,298 €), diesel (1,134 €), gas (0,536 €) e metano (0,818 €).
Sebbene i prezzi del carburante delle altre regioni, si siano più avvicinati a quelli siciliani (in qualche caso hanno anche superato a causa dei rincari in tutt’Italia), rimane l’anomalia che stesse compagnie presentano listini molti diversi a seconda della regione.
La Tamoil, per esempio, presenta un prezzo in Sicilia (1,346 €) ben più alto di Lombardia (1,277 €), Veneto (1,252 €), Emilia Romagna (1,252 €) e Friuli Venezia Giulia (1,313 €).

Diesel
Stesso discorso. Per esempio, Esso presenta un prezzario nell’Isola più “salato” (1,158 €) rispetto a molte altre regioni, quali Lombardia (1,152 €) e Veneto (1,122 €) solo per citare alcune regioni.

Articolo pubblicato il 04 novembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus