Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Mobilità: molte novità per ridurre i disagi e favorire la vivibillità
di Desirée Miranda

Previsti bus navette gratuiti da piazzale Sanzio e piazza Verga, dalle ore 21 alle 03,00. Da agosto fino ad ottobre, nel centro storico, sosta a pagamento a 0,50 € l’ora

Tags: Catania, MovidaBus, MovidaPark, Mobilità, Enzo Bianco



CATANIA - “Rafforzare l’azione contro i posteggiatori abusivi, favorire lo sviluppo ordinato del tessuto produttivo del centro storico cittadino regolamentando la sosta e la viabilità delle auto”. È questo l’obiettivo proclamato dall’amministrazione catanese con il via (di nuovo) ai servizi MovidaBus e del MovidaPark. Una cooperazione tra le partecipate Sostare e Amt che prevede bus navette gratuiti che collegano piazzale Sanzio e piazza Giovanni Verga al centro storico etneo - considerato il quadrilatero delimitato da corso Sicilia, via Ventimiglia, via Sangiuliano e via Etnea - con frequenze ogni venti minuti, dalle 21 alle 03,00 e sosta gratuita nel piazzale Sanzio e in piazza Giovanni Verga.

Inoltre, “a titolo sperimentale”, dal 1° agosto e fino al 29 ottobre, dalle ore 21,00 alle ore 3,00 di tutti i giorni, nel centro storico, sono state istituite aree di sosta a pagamento negli stalli già esistenti o nuovi (circa 700) al costo di 50 centesimi l’ora.

Nessun costo aggiuntivo per i residenti e i domiciliati nel centro storico che però dovranno attivarsi per ottenere il pass dalla società Sostare che gestisce gli stalli. Per il pagamento a disposizione i parcometri (18 in zona) il servizio Neos Park (un dispositivo elettronico per pagare la sosta su strada) che deve essere riprogrammato appositamente e l’app per smartphone Easy Park in cui di deve inserire il codice 1102.

Un provvedimento voluto dal sindaco Bianco, proposto dall’assessorato alle Attività produttive e attivato da una delibera della giunta varata in concomitanza dei caffè concerto. Non è la prima volta che si tenta di istituire un servizio del genere e in passato i risultati non sono stati dei migliori, ma “abbiamo fatto tesoro delle pregresse esperienze - sostiene l’assessore alle Attività produttive Angela Mazzola - realizzando un sistema che tiene conto delle esigenze emerse e delle compatibilità”. Inoltre, la prima settimana costituirà una fase di passaggio, perché “raccogliendo il suggerimento della VI Commissione consiliare – spiega Mazzola - nella prima settimana di sperimentazione nelle aree di sosta a pagamento notturno del centro storico non verranno elevate multe ma solo segnalate le infrazioni con un biglietto di cortesia e invito a mettersi in regola. Ci tengo a ribadire che si tratta di un piano in progress che troverà il suo assestamento a settembre, disponibili a trovare soluzioni migliorative qualora fosse necessario”.

“La regolamentazione e il controllo del territorio prevengono azioni di illegalità e la sosta selvaggia, l’abusivismo commerciale, la presenza di parcheggiatori non autorizzati che nel periodo estivo tendono purtroppo ad aumentare - dichiara il sindaco Enzo Bianco -. Al fine di ridurre i disagi e incrementare l’attrattività del centro storico migliorando la qualità della vivibilità abbiamo individuato queste nuove aree di sosta regolamentate all’interno o limitrofe al centro storico e abbiamo anche previsto l’istituzione di questo collegamento bus gratuito”. Presentato anche il MovidaTaxi, che prevede una tariffa agevolata per tutti i giovani che vorranno recarsi nel centro storico o nella zona della Playa, collegato al resto della città a tariffe da 10 a 15 euro per il centro storico e 20 euro per tutte le altre zona della città.

Articolo pubblicato il 04 agosto 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus