Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Metropolitana, al via cantiere tra Nesima e Monte Po
di Melania Tanteri

La tratta sarà lunga 1 Km e 700 metri e prevede la stazione “Fontana” per l’ospedale Garibaldi. In programma anche sistemi integrati di trasporto con Amt e Ferrovie

Tags: Catania, Metropolitana, Fce, Graziano Derio



CATANIA - Un annuncio “benedetto” dal ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, che rappresenta un grande passo avanti per la mobilità cittadina. La settimana scorsa è stato dato il via ufficiale al cantiere per la realizzazione della tratta Nesima-Monte Po della metropolitana. Un momento importante al quale hanno preso parte il sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo e il gestore della Ferrovia Circumetnea Virginio Di Giambattista, che ha illustrato al ministro, con l’ausilio di alcuni pannelli, come si svilupperà la tratta Nesima-Monte Po, lunga un chilometro e 700 metri e che prevede la stazione “Fontana” al servizio dell’Ospedale Garibaldi di Nesima al quale sarà collegata da un tunnel.

La tratta, stando a quando riferito dal commissario governativo, sarà completata entro due anni, portando il percorso della metropolitana ad oltre dieci chilometri, con 14 stazioni e una frequenza di treni elevata. “Come già annunciato in aprile – ha specificato - la Nesima-Monte Po si unirà a quella che, dal giugno del 2016 collegherà Nesima con piazza Stesicoro”.

Dopo la visita al cantiere nei pressi dell’ex Torre Tabita, a Misterbianco, sindaco, ministro e commissario hanno fatto un sopralluogo nella stazione Milo, insieme al Direttore generale della Circumetnea, Alessandro Di Graziano, parte della tratta Nesima – Stesicoro che, secondo tabella di marcia, dovrebbe essere completata entro giugno del prossimo anno.

Opere che, insieme alle altre relative alla Ferrovia Circumetnea – mercoledì scorso è stata inaugurata la nuova tratta metropolitana di Biancavilla, lunga quattro chilometri e mezzo, tre dei quali in galleria – porteranno la rete alla lunghezza di circa 20 chilometri entro il 2022, estesa fino ad territorio di Adrano.

In sette anni, insomma, secondo le previsioni della Fce, la città metropolitana di Catania sarà dotata di una rete sotterranea degna di una grande città europea che sarà la spina dorsale di un sistema di trasporti integrato con Amt e Ferrovie. In pogramma, poi, anche sistemi integrati di trasporto, per rivoluzionare completamente la mobilità della città metropolitana.

“Come presidente del Consiglio nazionale dell’Anci – ha commentato il sindaco Bianco - ho annunciato che i sindaci italiani sono pronti, come emerso anche dalla recente conferenza di Catania sulla Mobilità sostenibile con l’autorevole presenza del ministro dei Trasporti Delrio, a impegnarsi in questa direzione per rendere sempre più vivibili, felici, umane, le nostre città”.

Articolo pubblicato il 05 agosto 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐