Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Palermo - Viadotto Himera, consegnati i lavori per la bretella
di Redazione

Finanziati interamente con i fondi Anas, dureranno tre mesi

Tags: Viadotto Himera, Autostrada, Catania-palermo, M5s, Anas



PALERMO - Dopo tante controversie sono stati avviati i lavori per il ripristino del collegamento della A19 Palermo-Catania, tramite un by-pass, in corrispondenza del viadotto Himera, crollato il 10 aprile scorso. L’Anas ha provveduto stamane alla consegna dei lavori alle imprese aggiudicatarie, alla presenza del capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, del commissario delegato per l’emergenza Himera, Marco Guardabassi, del direttore della progettazione di Anas, Ugo Dibennardo.

“Oggi si parte in via definitiva - ha affermato il governatore Rosario Crocetta, commentando l’inizio dei lavori - con la bretella di collegamento con l’A19 e si parte in modo organizzato, strutturato, sicuro, in modo da garantire ai siciliani una percorribilità che non abbia rischi. Potranno passare per la bretella anche i mezzi pesanti”.

I lavori, finanziati interamente con fondi Anas, riguardano i tre interventi necessari a ripristinare la viabilità lungo l’A19, per i quali il 18 maggio 2015 è stato dichiarato lo stato di emergenza dal Cdm: la demolizione della carreggiata in direzione Catania del viadotto Himera; l’adeguamento geometrico e funzionale della viabilità esistente, tra cui la Sp 24, dallo svincolo di Scillato fino al viadotto; la realizzazione della nuova rampa di accesso all’A19. Per questi due ultimi interventi, la conclusione dei lavori è prevista tra 90 giorni.
Riguardo la partenza dei lavori si è espresso anche l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione siciliana, Giovanni Pizzo.
“Entro la prima decade del mese di novembre – ha affermato Pizzo - la nuova bretella sulla A19 Palermo-Catania sarà pronta. Saranno tre lotti diversi, si lavorerà h24 per cercare di realizzare il tutto nei tempi previsti”. 

L’assessore ritorna anche sulle polemiche con il Movimento 5 stelle, che una settimana fa ha inaugurato e aperto la “regia trazzera”, che da Caltavuturo, piccolo Paese delle basse Madonie, serve a superare l’interruzione dell’autostrada A19, evitando agli automobilisti un giro più lungo.

La prefettura di Palermo ha inviato una nota alla Polstrada per chiedere accertamenti e verificare la sussistenza di condizioni di sicurezza sulla bretella.

“Quel che è stato fatto con la trazzera – ha concluso l’assessore - che ricordo è una strada per trattori, è qualcosa di grazioso. Ma non è stata fatta bene. Io credo che lasciarla sterrata come via di fuga per gli abitanti di Caltavuturo sarebbe stata la miglior cosa. Il cemento per far presto non è stato fatto asciugare, alle prime piogge ci saranno le prime crepe e cedimenti”.

Articolo pubblicato il 08 agosto 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐