Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Eggup, numeri e variabili creano un super algoritmo che deciderà sulle assunzioni
di Federico Arcidiacono

Il sistema effettua una valutazione della compatibilità tra candidato e azienda, per accrescerne l’efficienza. Il test permette di elaborare uno screening degli individui, valutando anche le “soft skills”

Tags: Eggup, Lavoro, Startup



Se prima le ansie da colloquio di lavoro prevedevano variabili abbastanza umane, ora il nuovo capo con cui confrontarsi non è più in carne ed ossa bensì composto da numeri e variabili.

Una startup italiana, Eggup, ha infatti sviluppato una startup per tutte le aziende che devono selezionare e assumere personale. Sono sette le menti che hanno dato vita alla piattaforma e la loro età media non supera i 31 anni.

Gli algoritmi non saranno più solo un incubo di chi odia la matematica ma influiranno incisivamente anche sul futuro lavorativo. Adesso esiste, infatti, un algoritmo che permette di valutare la compatibilità del candidato con l’azienda in cui si dovrebbe inserire. Uno degli obiettivi è quello di creare dei team di lavoro virtualmente perfetti, studiando le compatibilità dei singoli individui.
Il risultato atteso dovrebbe essere un migliore tasso di successo nelle assunzioni, aziende più efficienti e chi più ne ha più ne metta.

L’idea di fondo non è poi così rivoluzionaria, già da tempo in molti ambiti di lavoro gestiti in modo illuminato, si è compreso che tra i criteri di valutazione di un candidato vanno analizzate, oltre alle cosiddette “hard skills”, ovvero le competenze di studi e quant’altro, anche le abilità innate, “soft skills”, che includono: il carattere, il modo di reagire a problemi pratici e il modo di relazionarsi con i colleghi. Si tratta di elementi a cui un’azienda deve porre particolare interesse. Persone competenti ma che non riescono a integrarsi e a sviluppare il proprio potenziale nel team, influiscono negativamente su tutto l’apparato aziendale.

La nuova piattaforma online invece, nelle mani di aziende e headhunters dovrebbe rendere il tutto molto più asettico e rigorosamente scientifico. Attraverso un test erogabile online sarà possibile valutare le soft skills dei candidati e quindi la loro compatibilità con il team.

Tra gli obiettivi vi è anche la riorganizzare dei gruppi di lavoro interni già esistenti, combinando persone in grado di collaborare efficacemente, oppure l’analisi dei singoli candidati da inserire in azienda, disponendo così di uno screening preciso delle soft skills, andando oltre le informazioni contenute nel curriculum.

Sarà inoltre possibile raggiungere, tramite i vari social, la piattaforma e  caricare il proprio CV.  Dopo aver compilato un questionario, sulla base dei risultati, i candidati  potranno accedere a posizioni lavorative in linea con la propria personalità, oltre che con la propria professionalità.

Il nuovo sistema informatico, tra l’altro, è già all’opera anche in alcune realtà universitarie italiane, con l’obiettivo di creare team ad alto potenziale per portare a termine project work.

Articolo pubblicato il 10 agosto 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus