Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Tondo Gioeni, per la sistemazione già pronto quasi 1 milione di euro
di Desirée Miranda

Dopo due anni dall’abbattimento del ponte è quasi tutto pronto per l’intervento di abbellimento. Il sindaco Bianco: “Contiamo di cominciare i lavori entro Sant’Agata”

Tags: Catania, Enzo Bianco, Tondo Gioeni



CATANIA - “Per la sistemazione a verde e la sistemazione artistico-architettonica della rotatoria del Tondo Gioeni si spenderanno 994.800 euro di cui 200.000 già impegnati su fondi comunali. Tra questi, 794.800 euro provengono dal residuo di un mutuo per altro intervento mai utilizzato”. È questo l’annuncio del sindaco di Catania, Enzo Bianco, che insieme alla sua giunta ha firmato una delibera di indirizzo politico per l’utilizzo delle somme dal residuo di un mutuo (794.800 euro) a favore dell’intervento sul Tondo Gioeni.

A due anni dall’abbattimento del ponte e dopo una serie di polemiche, di cambi di viabilità e alcuni lavori ancora incompleti, è quasi tutto pronto per un intervento di abbellimento che prevede la sistemazione a verde e la sistemazione artistico-architettonica della rotatoria del Tondo Gioeni. Si tratta cioè della creazione di una grande fontana semicircolare ricca di pietra lavica e di pietra bianca e di una passeggiata monumentale, che potrà essere utilizzata anche dai diversamente abili.

Per quanto riguarda altri interventi per la viabilità sono previsti altri progetti e altri finanziamenti ancora allo studio, con buona pace degli automobilisti che ogni giorno percorrono il tratto di strada e che speravano in interventi che favorissero la riduzione o la migliore scorrevolezza del traffico.

“C’è la necessità di lavorare per Catania senza mai fermarsi. Abbiamo deliberato su Tondo Gioeni, Canale di Gronda e Palanesima. - ha spiegato Bianco - Nel primo caso per completare la sistemazione di questa ‘ferita aperta’ in tempi rapidi, abbiamo pensato di utilizzare anche residui di mutui non utilizzati. La nostra intenzione è quella di utilizzare quest’importante operazione contabile sui mutui residui anche per migliorare l’edilizia scolastica“.

Una nuova modulazione di un vecchio mutuo, dunque, mutuo contratto per la realizzazione di due tratti di piste ciclabili tra la piazza Stesicoro e la piazza Giovanni XXIII e tra la piazza Giovanni XXIII e la piazza Europa per un importo complessivo di € 4.460.589,55, di cui ne sono stati utilizzati € 3.412.990,24. L’intervento voluto da un team coordinato dall’architetto Ugo Mirone che, dopo essere andato in pensione nello scorso mese di dicembre, ha messo gratuitamente a disposizione del Comune la sua esperienza e competenza professionale.

I lavori potrebbero cominciare presto, “Contiamo di cominciare i lavori entro Sant’Agata”, dichiara il sindaco Enzo Bianco. Perché possano iniziare, però, non è sufficiente che lo deliberi la giunta comunale, confcommercio catanese non si dichiara contenta della scelta dell’amministrazione, puntando il dito sulla priorità dell’intervento, per cui sarebbe stato preferibile intervenire prima sulla viabilità che sull’apparenza. “è incredibile leggere che la giunta delibera l’abbellimento architettonico del Tondo Gioeni per la modica cifra di un milione di euro senza aver messo in cantiere, neanche amministrativo a quanto pare, la soluzione tecnica per alleggerire e ridurre il caos che si innesca immancabilmente tutti i giorni sulla circonvallazione, specie da ovest verso est”.

Articolo pubblicato il 19 agosto 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus