Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Deputati Ars, 48 mila euro di missioni in nove mesi
di Raffaella Pessina

Per due giorni in più in Qatar Marziano ha speso 2 mila € più di Ardizzone. Di questi 48 mila euro 39 mila sono stati spesi da appena un decimo dei parlamentari

Tags: Ars



PALERMO - I deputati siciliani, alcuni certamente non tutti, sono costati ai siciliani dal novembre 2014 a luglio 2015 circa 48 mila euro di trasferte e missioni. Si tratta di trasferte romane, ma anche a Rimini, Bonn, Santiago de Compostela e addirittura in Quatar. Sul sito dell’Assemblea regionale siciliana, sono stati pubblicati i dati relativi al rimborso spese delle missioni dei deputati, come previsto dal programma triennale per la trasparenza, entrato in vigore dal primo novembre 2014.

Le cifre dei rimborsi dei parlamentari pubblicati on line cominciano proprio da quel giorno: nessuna traccia del passato, e quindi non sappiamo cosa sia successo dall’inizio della legislatura.

Il più viaggiatore è risultato, come era ovvio, essere il presidente dell’Assemblea Giovanni Ardizzone (15 missioni in nove mesi) che si è recato a Roma ( per andare a eleggere il Presidente della Repubblica e partecipare al giuramento), ma anche in Spagna, a Santiago di Compostela, per partecipare alla conferenza dei presidenti delle assemblee regionali.

La missione più “importante” di Ardizzone è stata quella a Doha, in Qatar, dal 9 al 12 novembre del 2014 (3.233 euro). In quei giorni il presidente dell’Ars faceva parte della spedizione siciliana inviata al Brand Italy, la prima esposizione del made in Italy nel paese arabo, costata alle casse della Regione quasi settecentomila euro. Maggiore il rimborso di Bruno Marziano (Pd), che in Qatar si è fermato due giorni in più (dall’8 al 13 novembre) per un costo di 5.038 euro. H
 
anno partecipato invece agli incontri di aggiornamento sulle politiche europee a Bruxelles, Michele Cimino (ex Grande Sud), Salvatore Cordaro (Cantiere Popolare) e il dem Antonello Cracolici: la trasferta in Belgio dei tre deputati è costata 6.532 euro. Nella tabella abbiamo riportato solo le cifre più importanti, ma vi sono state anche le trasferte di Piero Alongi (Ncd) per partecipare agli “Stati generali della Green Economy” a Rimini, e di Marika Cirone per la partecipazione alla celebrazione del XXXV Anniversario della Strage di Ustica.

Articolo pubblicato il 20 agosto 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐