Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

I "big data" in aiuto di sociologi e urbanisti per progettare il futuro
di Gianluca Reale

L’analisi dei dati informatici provenienti da smartphone, pos e social network consente nuovi approcci ad architettura, trasporti, design e sociologia nel progettare le “smart city” e studiare i comportamenti sociali. Questo il tema della Summer School in Computational Social Science che si è tenuta a Lipari, con due ospiti d’eccezione: Wulf Daseking e Carlo Ratti.

Tags: Social Network, Smartphone, Smart City



Un’analisi dei dati di Flickr, il social network della fotografia, ci può dire quali sono le zone turisticamente più visitate di una città, come nel caso di uno studio effettuato su Firenze, aiutandoci a definire strategie turistiche e di conservazione del patrimonio culturale. I dati di utilizzo delle carte di credito ci possono rivelare abitudini di consumo in territori definiti. I dati provenienti dagli smartphone possono essere utilissimi a tracciare i flussi di movimento negli agglomerati urbani e pianificare progetti di mobilità su basi concrete. E ancora, l’analisi dei tweet su un determinato argomento ci possono far capire come si forma e si indirizza l’opinione pubblica su alcune notizie.

Quello dei “big data” e della “data analysis” è una branca dell’informatica oggi sempre più utile per studiare comportamenti di massa, rendendo disponibili informazioni che altrimenti non si avrebbero o che  presupporrebbero studi e rilevazioni lente e complesse. E’ questa la nuova frontiera della sociologia, ma anche dell’architettura e della progettazione urbanistica, della mobilità intelligente e del design, per esempio. Un nuovo e stretto approccio tra discipline apparentemente lontane ma incredibilmente vicine,  al centro della Lipari Summer School in Computational Social Science che si è appena conclusa a Lipari.

Leggi l'articolo conpleto (http://www.siciliation.com/i-big-data-in-aiuto-di-sociologi-e-urbanisti-per-progettare-il-futuro/)

Articolo pubblicato il 24 agosto 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Foto di gruppo per i partecipanti alla Lipari Summer School in Computational Social Science
Foto di gruppo per i partecipanti alla Lipari Summer School in Computational Social Science
Wulf Daseking, progettista della città di Friburgo
Wulf Daseking, progettista della città di Friburgo
Carlo Ratti, direttore del MIT Senseable City Lab di Boston
Carlo Ratti, direttore del MIT Senseable City Lab di Boston