Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Palermo - Il futuro sostenibile della mobilità
di Redazione

Una settimana di incontri (16-22 settembre) per l’utilizzo dei mezzi di trasporto alternativi. Comune, Amat e Università hanno aderito all’iniziativa della Commissione europea

Tags: Palermo, Viabilità, Pedonalizzazioni, Leoluca Orlando, Amat



PALERMO - Il Comune, in collaborazione con Amat, Università degli Studi e alcune associazioni attive nel territorio cittadino, ha aderito anche quest’anno alla Settimana europea della Mobilità sostenibile, promossa dalla Commissione europea, e che si svolgerà dal 16 al 22 settembre 2015.

L’obiettivo della manifestazione è incoraggiare i cittadini all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata per gli spostamenti quotidiani. Lo slogan scelto per il 2015 è “Scegli, cambia, combina”, ed è volto a promuovere l’intermodalità e la giusta combinazione di mezzi di trasporto come scelta strategica per migliorare la vivibilità per tutti i cittadini.

Il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Mobilità, Giusto Catania, ieri mattina, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo della Aquile, hanno presentato le iniziative e il programma degli eventi che animeranno la città per l’occasione.

“Abbiamo aderito a questa manifestazione - ha dichiarato Orlando - perché si fa portatrice di un impegno di natura pedagogica e culturale per la nostra città. Siamo sempre più convinti che sia arrivato il momento che la mentalità dei cittadini palermitani si rinnovi. Bisogna che capiscano il valore della mobilità sostenibile e, soprattutto, la possibilità di utilizzare per i loro spostamenti quotidiani il bike sharing o il car sharing, che grazie all’impegno di questi anni sono già delle splendide realtà. Presto, inoltre, saranno fruibili anche il tram, l’anello ferroviario e il passante ferroviario”.

“A chi si lamenta per i troppi cantieri in città – ha concluso il sindaco - e non fa altro che parlare di disagi, faccio notare che abitare accanto alla stazione dell’anello ferroviario o lungo le vie attraverso cui passa il tram aiuta a vivere meglio e aumenta anche il valore degli immobili”.
 


In primo piano anche sicurezza e pedonalizzazione del centro
 
PALERMO - Tra gli appuntamenti previsti, quattro momenti di incontro con la cittadinanza e le associazioni, in cui l’Amministrazione farà il punto sui cantieri aperti e le ripercussioni, presenti e future, sulla mobilità cittadina (La città futura); sull’esperienza delle pedonalizzazioni nel centro storico della città (La città pedonale); sui temi dell’educazione stradale, sulla sicurezza e sul rispetto del codice della strada, insieme agli agenti della Polizia municipale (La città sicura); e infine, sul Piano della Mobilità dolce, che sarà oggetto di discussione fra tecnici comunali, docenti universitari e altri esperti del settore (La città ciclabile). I primi tre incontri si terranno all’ex Real Fonderia alla Cala, il 16, 17 e 18 settembre, alle ore 18. Mentre, l’ultimo, il 21 settembre, si svolgerà all’Università degli Studi, presso l’aula Giuseppe Capitò, presidenza di Ingegneria, alle ore 9,30.
“Una settimana – ha commentato l’assessore comunale alla Mobilità, Giusto Catania - in cui sarà possibile dare un’idea diversa della mobilità in città e dire ai palermitani che bisogna utilizzare mezzi alternativi all’auto, con l’implementazione del mezzo pubblico, delle biciclette e la promozione del servizio di car sharing e bike sharing”.

Articolo pubblicato il 11 settembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus