Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Bolzano e dintorni: luoghi tra le montagne per relax, benessere e cura del corpo
di Nicoletta Fontana Conservo

Dal “legno lunare” si estrea un olio che con la sua base profumata di aghi di pino che aiuta a rivitalizzare la circolazione

Tags: Bolzano



Chi ha la fortuna di abitare in montagna sa bene quali grandi  benefici si possano trarre dagli antichi saperi contadini che restano ancora oggi un bene prezioso per il benessere del corpo e della mente. Tra le pratiche tramandate intorno al territorio di Bolzano, sopravvive ancora oggi quella del taglio del legno di cembro nelle fasi della luna calante, detto anche “legno lunare”. Da questo legno infatti si estrare un olio che con la sua base profumato di aghi di pino, molto resino e balsamico che serve  a rivitalizzare la circolazione e anche utile al rilassamento e a favorire il sonno. Nel centro benessere di Reischnhitt un garni a conduzione familiare nella Valle del Sarentino, mani esperte si prenderanno cura del vostro corpo grazie all’accogliente e calda  oasi di relax che vi è al suo interno.

Da non perdere il Bagno Originale di Pino Mugo Sarentino, un trattamento in cui stesi comodo lettino ricoperto di trucioli riscaldati vi verrà versato l’oilo caldo di pino di Mugo.
(www.sarntal.com/it/guida-viaggi/pacchetti-vacanza/sarntal/370.html?no_cache=1&cHash=3d29a87913).

Gli amanti del “Bagno di fieno”, un’ antica pratica dalle proprietà disintossicanti, potranno goderne in diversi hotel della zona. Durante il trattamento la persona viene adagiata nel fieno caldo (temperatura di 40° C) e umido per circa 20/30 minuti: così il corpo, sottoposto ad una forte traspirazione, si libera delle tossine, mentre la pelle assorbe gli agenti benefici del fieno. Dopo il trattamento è previsto lo sfregamento del corpo e un passaggio nel fieno essiccato, necessario per asciugarsi e al tempo stesso per abbassare la temperatura corporea. La cura completa è di 9-11 giorni, con una seduta al giorno. Un vero must per la mente e per il corpo.
Hotel che propongono l’originale bagno di fieno:
• Berghotel Jochgrimm ad Aldino (www.jochgrimm.it/it/wellness/heubad/)
• Waldhotel Tann, Renon (www.tann.it)
• Weihrerhof a Soprabolzano (Renon) (www.weihrerhof.com)

Nei dintorni di Bolzano è anche possibile trovare i famosi percorsi Kneipp, sia all’interno che all’esterno delle strutture per un trattamento che in questo caso, più che per  le materie prime, viene messa a frutto la sinergia tra il trattamento – percorsi in vasche di acqua calda/fredda alternata, che stimolano il sistema immunitario, nervoso e cardiovascolare.

Ma questo straordinario luogo non regala al visitatore solo un benessere derivato dagli alberi, ma anche dalla vite , infatti lungo la strada del vino dell’Alto Adige si potrà godere dei rimedi naturali derivanti dall’uva.  Dagli acini di Gewürztraminer, Schiava e Lagrein(delle colline intorno al lago di Caldaro) nasce ad esempio la linea vinPELLIS: dalla buccia dell’uva si estrae infatti il resveratrolo, un potente antiage che stimola il rinnovamento cellulare (http://vinpellis.com/it/home.html).

Ancora a Caldaro, la Tenuta Manincor, in collaborazione con Trehs, ha messo a punto Aqua Vinea Nobilis, una linea di cosmetici per viso e corpo che nasce proprio dai vigneti di proprietà, coltivati secondo i criteri della biodinamica: principio attivo è la linfa (il “pianto della vite”) che fuoriesce dai tagli dopo la potatura, ricchissima di minerali e antiossidanti (www.manincor.com).

Il paesaggio alpino circostante permette di tuffarsi nel verde intenso dei boschi con la possibilità di fare lunghe passeggiate  sia a piedi che in bicicletta e di degustare i piatti tipici della zona oltre a vini d’eccellenza.

Da non perdere i Canederli, gnocchi di pasta di pane con all’interno lo speck e il mitico strudel, il dolce di mele accompagnato da una crema liquida dal sapore inconfondibile.
 

 
Muoversi green. Le proposte per chi vuole lasciare a casa l’auto

• In treno, con le Ferrovie Austriache e Tedesche
Con i treni DB-ÖBB EuroCity si raggiunge comodamente Bolzano da Verona a partire da soli 9 € (da Bologna e Venezia SL a partire da 19 €). I bambini fino a 14 anni viaggiano gratis, se accompagnati da un genitore o da un nonno. Per maggiori informazioni: www.megliointreno.it
• Mobilcard Alto Adige
Con Mobilcard, si possono utilizzare tutti i mezzi pubblici del Trasporto Integrato per scoprire l’Alto Adige. Biglietto valido per 7 giorni a 28 €, oppure 3 giorni a 23 €. Mobilcard Junior (sotto i 14 anni) costa la metà, mentre i bambini fino a 6 anni viaggiano gratis.

Articolo pubblicato il 18 settembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐