Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Palermo - Dirigenti, ennesima rivoluzione all'interno degli uffici comunali
di Gaspare Ingargiola

Tutti i trasferimenti, settore per settore, voluti dall’Amministrazione del sindaco Leoluca Orlando. Non è detto che siano gli ultimi cambiamenti inerenti la macchina burocratica

Tags: Palermo, Leoluca Orlando



PALERMO - Con una serie di ordinanze il sindaco Leoluca Orlando ha ufficializzato la (ennesima) rotazione dei dirigenti del Comune. Mancano ormai meno di due anni alla fine della sindacatura del Professore, ma chissà se questo sarà davvero l’ultimo valzer di poltrone. Del resto ad agosto era andata in scena la nuova riorganizzazione degli uffici, ad appena un anno dalla precedente, quindi mai dire mai.

Ecco tutti i trasferimenti, settore per settore. Gabriele Marchese, prima Capo Gabinetto del primo cittadino, poi piazzato all’ufficio Contenzioso e Riscossione, diventa capo area in un settore strategico: Ambiente, Sport, Innovazione Tecnologica e Comunicazione. Tra le prime emergenze da affrontare, oltre ai rifiuti, c’è il canile municipale. Marchese prende il posto di Daniela Rimedio, che perde la qualifica di capo area e viene nominata dirigente responsabile del nuovo servizio Tari, con un occhio particolare alla lotta all’evasione fiscale.

Licia Romano diventa vice Capo di Gabinetto - con delega Unesco - al posto di Margherita Amato, attesa comunque da un incarico di rilievo: capo area della Pubblica istruzione. L’accorpamento del servizio Elettorato, le cui competenze sono state affidate allo staff del capo area di Partecipazione, muove due pedine: Roberto Raineri passa all’ufficio Amministrativo di Pianificazione del territorio mentre Giuseppe Spata va all’Assistenza scolastica, fino a pochi giorni fa in mano a Sergio Forcieri, promosso a capo area del settore Cultura a discapito di Eliana Calandra, che scende di un gradino e diventa dirigente responsabile del Sistema Bibliotecario e Archivio.

L’area Cultura è stata rivoltata come un calzino: dice addio Ferdinando Ania, spedito al servizio Cimiteri. Marina Pennisi abbandona Pubblicità e si occuperà di Verde, Maurizio Pedicone, finora alla Sanità e Diritti degli animali, sarà dirigente responsabile di Integrazione sociale. Filippo Guttuso va ad Archivi e Spazi etnoantropologici mentre Patrizia Milisenda, una volta sparito l’ufficio Statistica - accorpato ad agosto alle funzioni del vice Capo di Gabinetto - approda al Suap. Patrizia Amato, già all’Anagrafe, assume anche Stato civile.

Tra le conferme spiccano Maria Mandalà quale capo area di Attività produttive, Marianna Fiasconaro ai Servizi per l’Infanzia, Sergio Maneri al Decentramento, Giuseppina Arena alle Circoscrizioni, Tony Rizzotto alla Mobilità e Lucietta Accordino agli Affari Generali e Sanzioni. Resta al suo posto al Coime Francesco Teriaca.

Articolo pubblicato il 25 settembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus