Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Servizio civile, ecco le istruzioni per la presentazione dei progetti
di Serena Giovanna Grasso

Il format del progetto, il documento di avvenuto inserimento e la dichiarazione di veridicità vanno inviati per Pec. La procedura online dovrà essere completata non oltre le 14 del prossimo 15 ottobre

Tags: Servizio Civile



PALERMO - Gli enti di servizio civile iscritti all'albo nazionale e agli albi regionali e delle province autonome hanno tempo fino alle ore 14 del prossimo 15 ottobre per presentare i progetti di servizio civile nazionale da realizzarsi in Italia e all'estero, da finanziare con le risorse relative all’anno 2016.

In questa sede ci occuperemo di illustrare dettagliatamente tutte le procedure da seguire al fine di ricevere il finanziamento per il progetto presentato. Innanzitutto, i progetti devono essere firmati digitalmente dal legale rappresentante dell’ente o dal responsabile del servizio civile nazionale indicati in sede di accreditamento e devono essere presentati esclusivamente in modalità online. Gli enti iscritti nell'albo nazionale dovranno far pervenire i progetti esclusivamente al Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale; gli enti iscritti agli albi regionali e delle Province autonome dovranno far pervenire i progetti esclusivamente alle Regioni e alle Province autonome; mentre infine i progetti di servizio civile nazionale da realizzarsi all'estero devono pervenire esclusivamente al Dipartimento, indipendentemente dall'albo al quale sono iscritti gli enti che li presentano.

Al termine della procedura informatica, il sistema rilascerà un documento attestante l’avvenuto inserimento dei progetti; tale documento dovrà essere allegato all’istanza di presentazione degli stessi, congiuntamente al format dei progetti opportunamente compilato presente nel sistema informatico Helios.

Dunque, format dei progetti unito al documento attestante l’avvenuto inserimento dei progetti e alla dichiarazione sostitutiva concernente la veridicità dei dati e delle informazioni contenute negli elaborati progettuali, firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’ente o dal responsabile del servizio civile nazionale, dovranno essere trasmessi via Pec al Dipartimento o alle Regioni e Province autonome, secondo le rispettive competenze (i relativi indirizzi di posta elettronica certificata sono reperibili sul sito internet del Dipartimento, delle Regioni e Province autonome). Il rispetto del termine previsto per la presentazione dei progetti è accertato in base alla data di arrivo della Pec completa di tutta la documentazione innanzi elencata e del format inserito in Helios.

I progetti saranno valutati dagli enti di competenza: dunque, sarà il dipartimento della Gioventù e del servizio civile nazionale a valutare i progetti presentati dagli enti iscritti all’albo nazionale; saranno Regioni e Province autonome a valutare i progetti presentati dagli enti iscritti agli albi regionali e delle Province autonome e così via. La valutazione dei progetti di servizio civile nazionale presentati al Dipartimento è effettuata da un’apposita Commissione di esperti in materia di servizio civile nominata con decreto del capo del dipartimento. Per l’esame e valutazione dei progetti da realizzarsi all’estero la Commissione è integrata da un rappresentante del ministero degli Affari esteri.

Al termine delle valutazioni e sulla base dei punteggi attribuiti, il dipartimento, le singole Regioni e le Provincie autonome redigono le graduatorie dei progetti positivamente valutati, al fine di individuare i progetti finanziabili da inserire nel bando nazionale, nei bandi regionali e delle Province autonome per la selezione dei volontari, fino all’esaurimento delle risorse effettivamente disponibili per l’anno 2016.

Articolo pubblicato il 07 ottobre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus