Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il neo incubatore d’impresa "Eureka 2.0" a supporto del futuro giovanile
di Redazione

Con sede a Ortigia, promosso dalla Fondazione di Comunità Val di Noto, Fondazione con il Sud e Caritas. Grasso: “Completa la gamma di progetti che vanno dall’assistenza all’economia sociale”

Tags: Eureka 2.0, Lavoro, Giovani



Un’opportunità per i giovani che vogliono investire sul loro futuro: nasce l’Incubatore d’impresa “Eureka 2.0” promosso dalla Fondazione di Comunità Val di Noto con il sostegno di Fondazione con il Sud e di Caritas Italiana
 
L’incubatore si trova nella sede della Fondazione in Ronco Capobianco, in Ortigia, e servirà a fornire servizi di supporto alle nuove imprese che nasceranno in provincia. Il progetto è stato presentato nella sede di Ortigia alla presenza di Giovanni Grasso, vice presidente della Fondazione e dei rappresentanti degli enti partner dell’iniziativa, l’assessore comunale alle Attività produttive Teresa Gasbarro, Gianpaolo Miceli e Pippo Gianninoto per la Cna di Siracusa, Nuccio Aliotta per Banca Etica, Massimo Conigliaro, presidente dell’Ordine dei Dottori commercialisti ed esperti contabili di Siracusa, Elisabetta Guidi, vice presidente dell’Ordine degli Avvocati di Siracusa, padre Claudio Magro per il Progetto Policoro, Totò Biazzo e Simone Piceno di Impact hub di Siracusa, Simona Falsaperla, responsabile dell’ufficio relazioni esterne e comunicazione di Confindustria Siracusa e Salvatore Leone presidente di Confcooperative Siracusa.

I dettagli dell’avviso pubblico sono stati illustrati dal vice presidente della Fondazione Giovanni Grasso, che ha anche sottolineato l’impegno avviato in questo anno sul territorio. “Eureka 2.0 è uno dei progetti di punta della Fondazione per l’anno 2015-2016 – ha sottolineato – e completa la gamma di progetti che vanno dall’assistenza primaria alle persone in difficoltà al social housing, ai cantieri educativi e all’economia sociale”. Le imprese che nasceranno dovranno avere sede all'interno dei Comuni di Siracusa, Canicattini, Floridia, Solarino, Priolo, Sortino, Palazzolo Acreide, Buccheri, Buscemi, Cassaro, Ferla, Augusta, Melilli, Lentini, Carlentini, Francofonte.
Un ruolo importante sarà ricoperto dal Comune di Siracusa, che ha aderito al progetto.

“L’Amministrazione comunale – dichiara l’assessore Gasbarro - è stata sensibile sin dal suo insediamento ad ogni iniziativa legata alla crescita imprenditoriale dei giovani. Da due anni, grazie alle cosiddette “Start up”, premiamo 18 idee progettuali, dando un’opportunità a giovani e meno giovani, volenterosi e portatori di nuove idee, di avviare un’attività imprenditoriale. Questo ci ha inoltre permesso di creare una rete di imprese dinamiche e maggiormente rispondenti al nostro modello di sviluppo. Adesso c’è questa ulteriore scommessa alla quale abbiamo aderito con la consapevolezza che il nostro territorio deve poter vivere delle proprie eccellenze”.

Articolo pubblicato il 08 ottobre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus