Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il futuro. Verso la trasformazione in Spa
di Riccardo Bedogni

Tags: Emaia



La Fiera Emaia, che ha 43 anni di vita, a breve potrebbe diventare una Spa. Già da questa estate il Cda sta lavorando a una bozza di nuovo statuto per trasformare l’Ente e rilanciarlo, nelle intenzioni, come punto di riferimento per la Sicilia e non solo.
Allo scetticismo degli addetti ai lavori si aggiunge quello del sindaco Giuseppe Nicosia, che sostiene: “Pochi mesi fa in estate, il Consiglio d’amministrazione ha deliberato una piattaforma di proposta di trasformazione, ma questa deve ancora approdare al Consiglio comunale. Infatti è in fase embrionale. Devo dire - prosegue Nicosia - che in questo momento la gestione dell’Emaia è ottimale e non vorrei che la Spa diventasse un salto nel buio. La questione va approfondita con grande attenzione, vista la situazione delle altre fiere siciliane. Questa è l’unica che non ha chiuso, che non è fallita e che non succhia somme di denaro agli Enti pubblici”.

Articolo pubblicato il 07 novembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Emaia, una lotta tra il declino e il rilancio -
    Efficienza. Le polemiche a Vittoria sulla gestione della Fiera.
    Le accuse. L’opposizione in Consiglio comunale contesta le scelte di gestione del sindaco e del Cda della municipalizzata. Fino a bocciare il rendiconto dell’esercizio 2008, chiuso però in pareggio.
    La replica. “In periodo di crisi degli enti fieristici, l’Emaia riesce a mantenere quattro edizioni”, sostiene il presidente, che definisce buono lo stato di salute dell’Azienda speciale.
    (07 novembre 2009)
  • Il futuro. Verso la trasformazione in Spa - (07 novembre 2009)
  • Di Salvo: “Stiamo cercando di contenere le spese” -
    Il presidente dell’Emaia controbatte agli oppositori dell’attuale gestione. Sovvenzioni su singoli eventi ma nessun contributo pubblico
    (07 novembre 2009)


comments powered by Disqus