Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Bioenergia, la ricchezza ignorata
di Rosario Battiato

La Sicilia non sfrutta l’enorme potenziale degli scarti agroalimentari, inutilizzato oltre il 10% di superficie. Solo dal pastazzo di arance possibile ricavare 200 mila tonnellate per gas

Tags: Bioenergia, Energia



PALERMO – Al Nord lo fanno già benissimo, nel Mezzogiorno devono ancora imparare. L’utilizzo della biomassa per la produzione di energia è una pratica sempre più diffusa che consente sfruttare una risorsa rinnovabile, di abbattere costi e avviare una filiera con un giro d’affari miliardario.
In questo periodo ci sono in fase di studio diversi progetti che riguardano la Sicilia, analisi avviate proprio per calcolare i numerosi benefici che una realtà del genere potrebbe generare tra occupazione e ricadute economiche. E i numeri sono impressionanti, soprattutto perché arriverebbero da materiale che attualmente è soprattutto fonte di problemi e di costi per il suo smaltimento.
Un percorso che potrebbe anche tirare fuori l’agricoltura dal pozzo della crisi e rimettere a reddito quella porzione sempre più vasta di terreni improduttivi.

Articolo pubblicato il 22 ottobre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐