Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La Sicilia "ingabbiata" da Renzi
di Serena Giovanna Grasso

Bocciate dal Consiglio dei ministri le leggi regionali su: bilancio 2016-17, appalti pubblici, liberi consorzi e risorse idriche. Commissariati di fatto Economia, Formazione, Ambiente, Energia e Sanità

Tags: Regione Siciliana, Matteo Renzi



I fari di Roma puntati sulla Sicilia come mai lo sono stati. A partire dalla sentenza della Corte Costituzionale,  sentenza n.255 del 3 novembre scorso, che ha trasferito allo Stato il compito di verificare la legittimità costituzionale delle norme emanate a livello regionale. E così la Sicilia vede compromessa la potestà legislativa perché di fatto, se non modifica la legge impugnata dallo Stato, rischia di andare incontro al giudizio della Corte Costituzionale.
Adesso Crocetta ha azzerato la Giunta e vedremo quali saranno i nuovi assessori, ma il bilancio continuerà ad essere subordinato al governo Renzi che già ha impugnato a luglio l’esercizio 2016-17. E poi c’è la Sanità. Il nuovo assessore dovrà innanzitutto recuperare la bocciatura appena arrivata del piano della rete ospedaliera.

Articolo pubblicato il 23 ottobre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐