Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Caltanissetta - Tromba d'aria nel nisseno, la verifica dei danni
di Redazione

Avviso del Comune per i cittadini colpiti dal maltempo

Tags: Caltanissetta, Maltempo



CALTANISSETTA - L'Amministrazione comunale ha emanato un avviso per acquisire, da parte dei privati, le necessarie informazioni per determinare i danni subiti lo scorso 10 ottobre a causa della tromba d'aria che ha investito il territorio di Caltanissetta, in modo da potere effettuare la richiesta di risarcimento alla Regione Siciliana.

Così come comunicato dall’Ente, i soggetti interessati “possono presentare al Comune di Caltanissetta una perizia, a firma di un tecnico abilitato, descrittiva dei danni subiti. La perizia dovrà essere costituita da: descrizione dettagliata del danno e la sua stima economica; documentazione fotografica dei beni danneggiati; planimetria con ubicazione del sito; attestazione d'apertura del tecnico di regolarità edilizia delle opere per le quali si chiede il risarcimento, se trattasi di bene immobile.

La documentazione dovrà essere presentata in un unico tomo rilegato e firmato in ogni pagina dal privato interessato e dal tecnico abilitato, oppure in formato Pdf dalla scansione dell'atto firmato in originale.

“La presentazione della perizia – si legge nel documento del Comune - con gli elaborati richiesti, potrà avvenire sia in forma cartacea, presso l'Ufficio Protocollo della Direzione urbanistica, in via Duca degli Abruzzi (Gradinata San Francesco), che tramite Pec in formato Pdf all'indirizzo direzione.urbanistica@pec.comune.caltanissetta.it, entro quindici giorni decorrenti dal 23 ottobre 2015, data di inizio della pubblicazione all'Albo Pretorio on-line del Comune”.

Come precisato dal Comune, però, “l'Avviso è finalizzato alla sola ricognizione dei danni accaduti e non costituisce avvio di procedimento per il risarcimento, per il quale si rimane in attesa di specifiche indicazioni da parte degli Enti preposti”.
Le istituzioni, insomma, iniziano a muoversi e questa rappresenta ovviamente una buona notizia per i cittadini, i quali però sperano che adesso l’iter procedurale possa muoversi speditamente e senza intoppi.

Articolo pubblicato il 27 ottobre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus