Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Isolane fuori dall’eccellenza nella classifica del Times
di Liliana Rosano

Nessun ateneo isolano è presente fra i primi 500 del mondo. Stilata anche in base a dichiarazioni di 1.300 accademici

Tags: Università, Consulenze



La nuova classifica del Times sulle migliori 100 università del mondo detta legge in termini di meritocrazia e ogni anno a tremare sono sempre gli atenei nostrani, quest’anno relegati a posizioni discutibili. Delle 200 università classificate come prime nel mondo, quelle dei paesi europei non di lingua inglese sono però meno di 40, e una sola è italiana. L’Italia infatti continua a restare ai margini. Ai suoi atenei sono riservati gli ultimi posti nelle classifiche mondiali e a salvarsi è solo l’Alma Mater di Bologna, al 174esimo posto.
Le università siciliane non solo non sono presenti nei primi 200 posti in classifica ma solo Catania risulta nel ranking tra il 501esimo e il 600° posto.

Il guru delle classifiche, consegnando alle università statunitensi la “medaglia al valore”, rivela che quest’ultime potrebbero essere presto sorpassate dagli atenei asiatici. L’America del Nord sta perdendo colpi, incalzata dall’avanzata delle università asiatiche ed europee che stanno mettendo in atto una vera e propria delocalizzazione della formazione culturale e professionale, dando vita a nuovi epicentri della ricerca e dell’apprendimento. Ma quali sono i criteri utilizzati per stilare la classifica finale? Peer review, ovvero le valutazioni espresse da esponenti del mondo accademico, basate su un sondaggio condotto presso 1.300 accademici di 83 paesi.
E ancora il rapporto docenti/studenti: il tasso di internazionalizzazione, dato dalla percentuale del personale accademico e degli studenti provenienti da altri paesi, il numero delle citazioni nelle pubblicazioni scientifiche, basato sull’Essential Science Indicators prodotto dalla Thomson Scientific.

Articolo pubblicato il 10 novembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Consulenze d’oro, atenei di serie C -
    Università. Ecco quanto guadagnano i consulenti esterni.
    Uni Ct. In testa l’università di Catania che  ha speso in totale, tra consulenze e collaborazioni esterne, ben 4 milioni e 452 mila euro, segue Messina (1 mln 372 mila euro), quindi Palermo.
    Progetto “Ponte”. Presso l’Università di Messina spicca una collaborazione da 101 mila euro e una serie di consulenze esterne da 10 mmila euro per il progetto “Ponte”.
    (10 novembre 2009)
  • Riforma Più trasparenza e nuove forme di reclutamento - (10 novembre 2009)
  • Isolane fuori dall’eccellenza nella classifica del Times -
    Nessun ateneo isolano è presente fra i primi 500 del mondo. Stilata anche in base a dichiarazioni di 1.300 accademici
    (10 novembre 2009)


comments powered by Disqus