Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Statuto speciale, cancro da abbattere
di Serena Giovanna Grasso

Tra i privilegiati: assunti senza concorso, commessi Ars pagati come prefetti, dirigenti premiati senza risultati. Bianco e Orlando, Buttafuoco e Cazzullo, Rizzo e Stella e altri: “Abolire”

Tags: Statuto Autonomo, Regione Siciliana



La notizia di cronaca di ieri è stata una delle ultime a dare man forte alla proposta del QdS che scriviamo almeno da cinque anni: abolire l’autonomia speciale. Un funzionario della Regione era l’unico a dover mettere la firma per autorizzare l’assunzione di migranti nei circhi equestri. Grazie all’autonomia speciale, infatti, non era necessario il nulla osta ministeriale. Un nuovo esempio dell’autonomia utilizzata per il malaffare. Il tizio infatti autorizzava assunzioni che poi in effetti non avvenivano. In cambio riceveva mazzette.
Ma accanto al malaffare, ci sono gli sprechi autorizzati, a partire dai diecimila regionali in esubero tra cui i cinquemila assunti senza concorso nel 2011. E poi: commessi pagati come prefetti, record di partecipate, pensioni quattro volte i contributi versati, premi ai dirigenti senza risultati.
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 11 novembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus