Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Infrastrutture, l'Isola che non c'è
di Rosario Battiato

Ministero Economia sui fondi Ue 2007-2013: concluso 1 progetto grandi opere su 5, speso soltanto 1 miliardo su 3. Perse 1.700 opere minori. Ance: non aggiudicata più della metà delle gare bandite

Tags: Infrastrutture, Sicilia



PALERMO – Nel 2014 nell’Isola su 307 gare bandite per 356 milioni di euro ne sono state espletate 152 (49,5%) per 176 milioni di euro (49,5%), mentre non si ha notizia, allo scorso mese di ottobre, di 155 gare (50,5%) per 179 milioni (50,5%).
Sono i numeri impietosi costruiti dall’Ufficio studi Ance Sicilia sulla base dell’annuale analisi compiuta sulla Gazzetta ufficiale relativa alle risultanze delle gare aggiudicate definitivamente. Dal 2007 a questa parte, ogni anno si perde il 40/50% di gare a fronte di una riduzione netta degli incanti da espletare passati da più di mille e duecento a circa 307. Un salto nel vuoto che non riguarda soltanto opere minori. Le dieci grandi opere più onerose isolane finanziate con i fondi Ue 2007-2013 hanno raggiunto una spesa complessiva, tra fondi comunitari e statali, di un terzo, cioè un miliardo su tre. Troppo poco per territorio che ha bisogno di infrastrutture.
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 26 novembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus