Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Chiudere al traffico Porta Uzeda: arrivate in Comune 1.200 firme
di Melania Tanteri

A raccogliere le adesioni Salvaiciclisti Catania, Mobilita.org e Posteggiamo i posteggiatori abusivi. Gli attivisti: “Un modo per liberare uno degli scorci più belli della città”

Tags: Catania, Porta Uzeda



CATANIA - Un’altra porzione di città che potrebbe essere chiusa al traffico automobilistico per essere restituita alla libera fruizione da parte dei cittadini. Un breve tratto di via Dusmet, che senza macchine potrebbe diventare un giardino di fronte il Duomo e la sua piazza.

Sono arrivate a Palazzo degli Elefanti le firme per chiudere al traffico l’area prospicente la porta Uzeda, l’ingresso alla città per i turisti e non solo per loro. Le hanno raccolte, in qualche mese, gli attivisti di numerose associazioni, tra cui Salvaiciclisti Catania, Mobilita.org, Posteggiamo i posteggiatori abusivi e altre che ritengono necessario impedire il transito dei mezzi a motore nella parte della via Dusmet da piazza Alcalà, fino alla pescheria compresa.

“Un modo per liberare uno degli scorci più belli della città, da una parte – affermano gli attivisti – e il mercato storico dall’altra”.
“Oggi noi pensiamo alla pedonalizzazione dell’ultimo tratto della via Cardinale Dusmet tra la porta Uzeda e la storica Villa Pacini – scrivono nella petizione. La viabilità, l’accesso all’area del mercato del pesce e la giornaliera attività lavorativa di vendita e ristorazione non verrebbe pregiudicata – sostengono - poiché il traffico veicolare sarebbe deviato sulla piazza Paolo Borsellino e su via Zurria per raggiungere l’area parcheggio già esistente in via Casello, in prossimità degli archi della Marina e comunque verrebbe assicurato, naturalmente, il carico e scarico merci per il mercato del pesce e le attività commerciali”.

Ai fini della sicurezza dei pedoni , il progetto prevede poi la realizzazione di attraversamenti pedonali con isole salvagente in corrispondenza della Vecchia Dogana ed in prossimità della via Porticello.

“La chiusura al traffico del breve tratto della via Cardinale Dusmet – concludono - rappresenterebbe il naturale proseguimento della grande area pedonale di via Etnea e piazza Duomo, fulcro di Catania”.

Oltre 1200 le adesioni di cittadini protocollate a Palazzo degli Elefanti che, stando a quanto affermato da numerosi esponenti della giunta Bianco, non sarebbe affatto contrario alla chiusura al traffico, fatte salve alcune modifiche della viabilità e della sosta nell’area.
Il problema dei parcheggi era stato infatti sollevato da alcuni commercianti e operatori della pescheria, preoccupati che l’assenza di stalli nelle vicinanze possa avere conseguenze sulla loro attività, con diminuzione di guadagni. Ma sembra che l’amministrazione e l’Azienda metropolitana trasporti, abbiano già allo studio la realizzazione di un ampio posteggio in piazza Borsellino. Qui, se tutto andrà secondo le previsioni, l’Amt, dopo la fusione con Sostare prevista dal piano di razionalizzazione delle società partecipate, non ancora votato dal Consiglio comunale, verrà realizzata una grande area parcheggio da 108 posti a pagamento, automatizzata e videosorvegliata. Una infrastruttura utile – l’area è sempre congestionata – anche per la realizzazione dell’isola pedonale Uzeda. 

Articolo pubblicato il 10 dicembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus