Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Una decade di successi per le energie rinnovabili
di Redazione

Il settore elettrico quello con la maggiore crescita

Tags: Fonti Rinnovabili, Energia



 Negli ultimi 10 anni  l’evoluzione delle energie rinnovabili  ha superato tutte le aspettative, infatti, la capacità globale installata e la produzione di energia sono aumentate notevolmente.
Il settore in cui è stata registrata la maggiore crescita è stato quello della generazione elettrica.
L’idroelettrico si conferma la prima tecnologia rinnovabile in termini di potenza utile installata. Dal 2004 al 2014 la capacità installata è aumentata di 340 GW, fino a raggiungere i 1055 GW. Durante il corso del 2014 sono stati installati 37 nuovi GW, il 3,6% in più rispetto al 2013. I primi paesi per capacità installata si confermano Cina, Brasile, Stati Uniti, Canada, Russia e India, che insieme hanno il 60% della potenza idroelettrica globale.

Come si può osservare dal grafico a fianco, il solare fotovoltaico è aumentato di 68 volte nel periodo di riferimento, passando da 2,6 GW installati nel 2004 a ben 177 GW nel 2014. Dal 2004 l’incremento annuale della nuova potenza installata del fotovoltaico è diventata esponenziale, passando da un incremento di 0,5 GW tra il 2004 e il 2005 a un aumento di ben 38 GW dal 2013 al 2014. Più del 60% della capacità fotovoltaica installata del mondo alla fine del 2014 è stata aggiunta nel corso degli ultimi tre anni. Con 177 GW installati, il solare si conferma nel 2014 la terza tecnologia rinnovabile in termini di potenza utile installata dopo l’idroelettrico e l’eolico.

Se la forte crescita del solare negli ultimi dieci anni è stata guidata dall’Europa (il 70% degli impianti fotovoltaici si trova in Europa), si sta recentemente assistendo a un rapido aumento del mercato fotovoltaico in Cina. Basti pensare che la potenza fotovoltaica installata della Cina è cresciuta da 0,3 GW nel 2009 a oltre 28 GW nel 2014 e che circa un quarto della nuova potenza installata nel corso del 2014 è dovuta a questo Paese.

Nonostante questi numeri, la crescita fino ad oggi riflette solo una piccola parte dell’enorme potenziale del mercato fotovoltaico: numerosi Paesi come l’Africa, il Medio Oriente, il Sud-Est Asiatico e l’America Latina devono ancora iniziare a impiegare l’elevato potenziale che hanno a disposizione.

Una crescita altrettanto degna di nota è stata quella dell’eolico, la cui potenza installata ha raggiunto il valore di 370 GW, ben 322 GW in più rispetto al 2004. Per il mercato dell’eolico il 2014 è stato un altro anno da record. Infatti, la riduzione dei costi e il perfezionamento delle tecnologie esistenti hanno reso l’eolico un’energia competitiva in un numero sempre maggiore di mercati. Con 51 nuovi GW installati nel 2014, pari a un incremento del 44% rispetto al 2013, l’eolico ha raggiunto i 370 GW di capacità globale installata e oltre 240.000 turbine sono operative in 90 Paesi. L’84% della potenza eolica mondiale è localizzato in soli 10 Paesi. Per il settimo anno consecutivo l’Asia rimane il più grande mercato (metà della nuova capacità installata nel 2014 si trova in Asia), seguita dall’Unione Europea (25,8% della nuova capacità installata) e in Nord America (13,9% della nuova capacità installata).

Per quanto riguarda la biomassa, che sono passate da 36 GW installati nel 2004 a 93 GW nel 2014, la quota nel consumo di energia primaria totale globale è rimasta costante intorno al 10% da prima del 2000. Nei Paesi in via di sviluppo, infatti, le biomasse tradizionali sono ancora ampiamente utilizzate: si tratta di legna da ardere, carbone, residui agricoli e letame, bruciati in fuochi liberi , fornaci e forni per cucinare. Per quanto riguarda le moderne biomasse, quelle solide vengono maggiormente utilizzate per il riscaldamento e la produzione di energia elettrica, mentre i biocarburanti liquidi alimentano il settore dei trasporti.

Più modesta è stata invece la crescita del geotermico, che nel periodo di riferimento 2004-2014 è passato da 8,9 a 12,8 GW installati. A fine 2014 gli impianti geotermici operativi hanno raggiunto quota 612. 
 
L’energia rinnovabile è un fattore chiave della crescita sociale, politica ed economica, poiché fornisce importanti co-benefici, come un maggiore accesso all’energia, un miglioramento della salute, l’educazione e la parità sociale, la creazione di posti di lavoro.

Articolo pubblicato il 18 dicembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Fonte: Rielaborato da Redazione eniscuola su dati REN21,
Fonte: Rielaborato da Redazione eniscuola su dati REN21, "Renewables 2015 Global Status Report"


´╗┐