Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Stop Ponte, boomerang per l'Italia
di Rosario Battiato

Non solo passeggeri: la Sicilia già tagliata fuori dalle ricche rotte commerciali del trasporto merci via mare. Infrastruttura indispensabile per collegare Tav meridionale con Tav Isola

Tags: Messina, Stretto Di Messina, Ponte Di Messina



PALERMO – Accontentarsi costa. Ai siciliani che chiedono autostrade e ferrovie prima del Ponte, bisognerebbe segnalare l’avanzamento delle grandi opere del nord dove i lavori per l’alta velocità tra Milano e Verona convivono con opere di geoingegneria come il Mose. Da quelle parti non si fanno graduatorie di priorità, nessuno chiede di avere il necessario, che peraltro hanno ormai da tempo.
In Sicilia, invece, dove il necessario è un sogno fumoso, e giustamente si richiedono autostrade e ferrovie all’altezza del resto d’Italia, si attiva contemporaneamente la peggiore contestazione possibile che non è quella di coloro che legittimamente possono non volere il Ponte sullo Stretto, ma quella di coloro che non vogliono il Ponte perché prima bisogna fare altro.
Non poteva esserci modo peggiore per regalarci, ancora una volta, decenni di sottosviluppo.
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 19 dicembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus