Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Sicilia è petrolio-dipendente
di Rosario Battiato

Banca d’Italia: nel primo semestre del 2015 su 4,2 miliardi di valore delle esportazioni, i raffinati ne sono valsi 2,5. Prodotto il 16% del totale nazionale di greggio, seconda solo alla Basilicata

Tags: Sicilia, Petrolio



PALERMO – La Sicilia continua a perdere le sue occasioni per riconfigurare il suo sviluppo economico in una dimensione più sostenibile. Lo confermano almeno due serie di dati.
I primi fanno riferimento alla crescita decisamente più contenuta, rispetto al resto d'Italia, dei valori relativi alla green economy che comprendono l'efficientamento energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili. La seconda porzione, dal peso specifico assai più determinante del primo blocco di dati, riguarda proprio la dipendenza dell'Isola dal sistema petrolio. Senza voler cadere in semplificazioni fuori luogo e basandoci solo sugli ultimi risultati, bisogna ammettere che raffinazione e produzione di idrocarburi rappresentano, seppur in calo, numeri importanti che nessun governo regionale ha saputo progressivamente rimpiazzare con un programma politico che agevolasse un percorso alternativo.
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 29 dicembre 2015 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus