Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Ircac, negli ultimi due anni finanziate 57 cooperative agricole per 15,3 milioni
L’effetto di un regolamento UE che consente di operare in favore delle aziende di trasformazione e commercializzazione. Carullo: “Deliberati 18 crediti di esercizio, 12 a medio termine e 27 di contributi interessi”

Tags: Antonio Carullo, Ircac



PALERMO - Negli ultimi due anni l’Ircac ha concesso finanziamenti diretti ed indiretti a tasso agevolato (attualmente dello 0.70%) a 57 cooperative agricole siciliane, per un ammontare complessivo di 15 milioni 362 mila euro.
Si tratta di imprese che operano nel settore della trasformazione e commercializzazione del prodotto, visto che l’Ircac non può finanziare, dall’1 gennaio 2001, le cooperative agricole di produzione primaria per esplicito divieto dell’Unione europea.
I dati sono stati illustrati dal commissario straordinario dell’Istituto, Antonio Carullo, nel corso di una conferenza stampa.
Nel 2007 l’Unione europea ha approvato un nuovo regolamento che consente all’Ircac di tornare ad operare, seppure nell’ambito del “de minimis” (200 mila euro nel triennio), in favore delle cooperative agricole di trasformazione e commercializzazione del prodotto.

Dal giugno 2007, dunque, l’Ircac è tornato ad intervenire in favore del settore agricolo, deliberando in questi due anni 18 crediti di esercizio per un ammontare di quasi 3 milioni di euro, 12 crediti a medio termine - di cui 11 per la ricapitalizzazione - per quasi 4 milioni di euro, 23 contributi interessi su finanziamenti bancari per un totale di quasi 9 milioni di euro e 4 operazioni di contributo interessi su operazioni di leasing per una somma di poco superiore ai 150 mila euro.

Carullo ha approvato, intanto, nuovi finanziamenti diretti ed indiretti in favore di sette cooperative siciliane, sempre al tasso agevolato dello 0,70%.
Crediti di esercizio sono stati approvati per le cooperative “Belli e Monelli” di Mascalucia (Ct), che opera nel settore dei servizi per l’infanzia e intende ampliare la propria attivita’ anche in favore dei donne e minori in difficolta’, e “Marmi Sommatino” di Caltanissetta che lavora marmi e graniti.

Contributi interessi su finanziamenti provenienti dal sistema bancario sono stati approvati per le cooperative sociali Alkantara di Giarre (Ct) e Il Girasole di Monreale (Pa), per la Imitec di Palermo e per la Daite di Acireale (Ct).
Infine, è stato approvato un leasing agevolato per la cooperativa Copas di Siracusa che lavoro i prodotti agricoli conferiti dai soci. Il commissario dell’Ircac Carullo ha anche approvato la convenzione con il Monte dei Paschi di Siena per i crediti indiretti alle cooperative che ottengono finanziamenti da quell’istituto di credito.

Articolo pubblicato il 13 novembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus