Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

20.000 espatriati schifati dalla Regione
di Liliana Rosano

Qualità della vita e infrastrutture scadenti, malaburocrazia, Pa che non paga, usura, università e formazione non all’altezza. 8.765 neo residenti all’estero, 7.000 studenti al Nord, altrettante migrazioni non registrate

Tags: Regione Siciliana



Una volta si diceva: Italia patria di poeti, santi e navigatori. Oggi diremmo di espatriati. Soprattutto dalla Sicilia. Fanno la valigia e vanno via. Necessità, curiosità, ambizione.
Sono i siciliani che decidono di varcare lo Stretto e di approdare in altri lidi.
Oggi il Nord Italia non è più la meta ambita. Si va nel Nord Europa, Londra in testa. E chi ha più coraggio, fortuna, possibilità, arriva oltreoceano, negli Stati Uniti.
Secondo l’ultimo rapporto della Fondazione Migrantes, nel 2014, sono stati 8.765 i siciliani che si sono trasferiti all’estero, spostando la loro residenza attraverso l’iscrizione all’Aire.
I numeri non ufficiali delle migrazioni non registrate è difficile quantificarli visto che non tutti decidono di cambiare la loro residenza. A loro si aggiungono i 7 mila giovani diplomati che si iscrivono nelle università del nord, abbandonando quelle del Sud.
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 06 gennaio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐