Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Riciclo, maglia nera per la Sicilia
di Roberto Pelos

Dal Rapporto realizzato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile e Fise Unire un quadro desolante. Raccolti nell’Isola solo 15,2 kg di carta per abitante; in Trentino sono più di 80

Tags: Rifiuti, Raccolta Differenziata, Riciclo, Ispra, Sicilia



ROMA – Presentato il Rapporto “L’Italia del riciclo” realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e Fise Unire. Tra i dati emersi riguardanti la Sicilia, da segnalare quelli attinenti alla raccolta differenziata di carta in Sicilia che per la nostra regione, nel 2014, fa registrare 15,2 kg per abitante, più bassa rispetto alle altre regioni italiane mentre la più alta percentuale si registra in Trentino Alto Adige (83,1 kg) seguita dall’Emilia-Romagna con 81,8 kg.

La rete del riciclo vede per la Sicilia la presenza di 27 piattaforme in convenzione con i Comuni, una cartiera in convenzione e nove piattaforme per ritiro imballaggi secondari e terziari. La fonte in entrambi i casi è il Comieco: 20 Rapporto, raccolta e riciclo di carta e cartone.

Riguardo al legno, come dice il rapporto, attualmente tutto il Paese risulta attrezzato con piattaforme convenzionate con Rilegno, il Consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno. In Sicilia risulta una leggera prevalenza dei conferimenti da sola superficie pubblica rispetto a quelli da sola superficie pubblica e privata; sono una trentina le piattaforme nella nostra regione. La fonte è il Programma Specifico di Prevenzione maggio 2015 Rilegno.

Per quel che attiene alla raccolta dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee), nella nostra terra, risultano, per il 2014, 9.050.646 kg di rifiuti raccolti su una popolazione residente di 5.094.937 abitanti (1,78 kg pro capite). Il primato spetta alla Lombardia con 49.016.882 kg di rifiuti raccolti su una popolazione residente di 9.973.397 abitanti (4,91 kg pro-capite). I dati si riferiscono alla raccolta pro-capite calcolata solo sulla popolazione residente in base al demo Istat dell’anno di riferimento della raccolta. (Fonte è CdC Raee).

Andiamo al tessile, nell’ambito del quale la raccolta differenziata su scala regionale, nel 2014, vede in Sicilia 0,3 kg per abitante; i livelli più elevati, superiori ai 2 kg/ab, si registrano in Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Marche, Lazio, Toscana e Basilicata. Le regioni più virtuose risultano essere il Trentino Alto Adige e la Basilicata, con una raccolta pro-capite pari a 3,4 kg, seguite dalla Toscana con 3,3 kg. (Fonte: Ispra)

Articolo pubblicato il 12 gennaio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐