Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Informazione per la crescita delle aziende. Novità fiscali e legge di Stabilità 2016
di Dario Raffaele

Lo Studio Pogliese ha organizzato un convegno per analizzare le ultime modifiche apportate dal Governo nel settore tributario

Tags: Fisco, Antonio Pogliese, Legge Di Stabilità, Imprese



CATANIA - Anche quest’anno lo studio Pogliese ha organizzato il convegno sulle rilevanti novità fiscali e la Legge di Stabilità 2016.
La relazione introduttiva, con l’evidenziazione delle finalità del convegno è stata tenuta da Antonio Pogliese, dottore commercialista, che ha precisato: “La nostra visione nel rapporto col cliente è la seguente: dobbiamo assicurare l’assistenza amministrativo-fiscale-societaria ed alcuni servizi con la massima serietà, efficienza e qualità; inoltre e - forse prioritariamente, dobbiamo partecipare attivamente alla crescita delle aziende con la costante consulenza e con la promozione di iniziative finalizzate ad accentuare le potenzialità delle stesse. Per poter realizzare quest’ultima funzione, che – appunto – diventa, nella nostra visione, prioritaria è necessario diffondere informazioni e conoscenze ai responsabili ed addetti amministrativi delle aziende e al management aziendale della propria clientela.

La crescita di conoscenze e di visione della componente umana delle aziende costituisce pre-condizione per la crescita dell’impresa”.
Il convegno è stato suddiviso in più sessioni. La prima sessione sulle recenti novità fiscali. L’avvocato tributarista Giacomo Casale si è occupato del sistema sanzionatorio dopo la recente riforma, sul sequestro per equivalente nell’ambito dei reati tributari: profili di incostituzionalità esponendo le seguenti valutazioni: “Le modifiche al sistema penale-tributario vanno accolte positivamente in quanto tese al perseguimento delle condotte aventi natura realmente fraudolenta con contestuale elevazione delle soglie di punibilità per le condotte meno insidiose quali la semplice infedele dichiarazione e l’omesso versamento di imposte dichiarate. Con il nuovo art. 12 bis del D. Lgs n.74/2000, infine il legislatore prova a razionalizzare l’istituto della confisca in materia tributaria”.

Ha chiuso la prima sessione Marilisa Pogliese, dottore commercialista e dottore di ricerca di diritto tributario sistematizzando il vigente sistema di riscossione dei tributi e le nuove norme in tema di ravvedimento operoso che specie in questo momento di crisi economica assumono sempre di più notevole rilevanza.

La seconda sessione è stata dedicata alle novità contenute nella Legge di Stabilità 2016, con le relazioni affidate ai dottori commercialisti che hanno approfondito le novità e segnate a fianco di ciascuno.

Eleonora Anfuso, nuovi termini di accertamento fiscale, adesione e rateizzazione; Michele Catania, Agevolazione alle imprese: ammortamenti e crediti d’imposta; Salvatore Pennisi, La rivalutazione dei beni d’impresa e dei terreni. La rivalutazione delle partecipazioni societarie; Alfio Gulisano, Estromissione di beni strumentali da ditte individuali, assegnazione di immobili ai soci; Rosaria Pennisi, La tassazione delle proprietà immobiliari; Giuseppe Giandinoto, Le agevolazioni per l’acquisto di immobili; Valeria Cavallaro, Regime dei minimi; Rosaria Castro, Le altre novità.

Nella terza sessione il dottore commercialisti Alessandro Micale si è occupato delle novità relative al bilancio 2016 delle società commerciali e Salvo Pogliese delle misure agevolative comunitarie e specificatamente sul piano programmazione operativo Fesr 2014/2020.

La quarta sessione è stata riservata agli interventi dei partecipanti i quali hanno posto specifici quesiti in ordine all’applicazione delle novità fiscali introdotte nell’ordinamento.

I relatori ed altri professionisti dello studio Pogliese hanno risposto ai quesiti posti dal pubblico soffermandosi, in alcuni casi, agli aspetti pratico-applicativi.

La relazione di sintesi dei lavori del convegno è stata svolta dal Dott. Antonio Pogliese che ha ricondotte le modifiche apportate all’ordinamento tributario alle finalità di aumentare il gettito agevolando la riscossione attraverso l’istituto del ravvedimento operoso, degli avvisi bonari, e delle rateizzazioni.

In alcune fattispecie il contribuente può, seppure con notevoli aggravi per interessi, sanzioni ed aggi, ottemperare legittimamente alle obbligazioni tributarie anche nell’arco di 15/16 anni dalle scadenze.

In tale sistema di riscossione il sequestro per equivalente, limitatamente ai casi in cui per il mancato tempestivo pagamento di tributi è prevista anche la sanzione penale, appare distonico presentando profili di incostituzionalità per il principio della ragionevolezza dei combinati disposti di legge in tema di riscossione.

Il seminario, quindi, è stato finalizzato all’informativa sulla Legge di Stabilità e le recenti modifiche nonché ha richiamato l’attenzione sulla necessità di una riflessione sui profili di incostituzionalità dell’automatico sequestro per equivalente nella fattispecie citata nonché su un nuovo modello culturale, nell’impresa e sull’impresa, sul corretto utilizzo delle varie provvidenze dei fondi europei.

Articolo pubblicato il 20 gennaio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus