Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Unesco, nasce il Comitato dei giovani
di Isabella Di Bartolo

Un mese di tempo per redigire un regolamento a sostegno dell’elaborazione di progetti e iniziative sul territorio nazionale. Oltre 200 ricercatori, studenti, imprenditori e giovani professionisti

Tags: Unesco, Dario Franceschini



ROMA - Si è svolta a Roma la prima assemblea del Comitato giovani della Commissione nazionale per l’Unesco: un’organizzazione nata per dar voce alle nuove generazioni nel programma nazionale di tutela e promozione dei siti insigniti nella World heritage list. Un incontro che ha gettato le basi delle azioni da svolgere in tutta la Penisola con particolare attenzione ai luoghi più bisognosi di attenzioni come la Sicilia.  È infatti questa la regione più ricca di patrimonio Unesco insieme con la Lombardia e l’esigenza di difendere e valorizzare i tesori siciliani è da sempre al centro della Fondazione Unesco siciliana presieduta da Aurelio Angelini, che saluta con entusiasmo la nascita del nuovo organismo.

Il Comitato dei giovani avrà un mese di tempo per redigere un regolamento che li guiderà nell’elaborazione di progetti e iniziative sull’intero territorio nazionale ed è questo il primo degli obiettivi che si sono dati i soci del neo-organismo così come riassunto dal presidente Paolo Petrocelli al termine della prima assemblea nazionale di due giorni che ha riunito a Roma oltre 200 tra studenti, ricercatori, giovani professionisti e imprenditori tra i 20 e i 35 anni, provenienti da tutte le regioni d’Italia. Il Comitato nasce con lo scopo di supportare le attività dell’Unesco in Italia nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione attraverso la ricerca della partecipazione attiva di giovani in iniziative ed eventi di rilevanza nazionale. Chiaro il piano di azione già avviato con la firma di due protocolli ufficiali: uno con il Ministero dell’Istruzione, l’altro con Giovani Imprenditori Confcommercio.”Non ci sono organizzazioni giovanili così ben strutturate come quella italiana all’interno del circuito internazionale dell’Unesco”, commenta Eric Falt, direttore generale aggiunto per le relazioni esterne dell’Unesco che è stato uno degli ospiti d’eccezione intervenuti all’assemblea nazionale svoltasi tra il Senato della Repubblica e il Palazzo dell’Enciclopedia Italiana Treccani.
 
“L’Unesco desidera dare potere ai giovani - ha aggiunto Falt - perché hanno sete di cultura e di pace e possiedono una forza positiva in grado di cambiare il mondo; utilizzando Youtube, Facebook e Twitter, ad esempio, possono combattere gli estremismi, nonostante vi sia comunque una minoranza di loro coetanei che persegue la violenza. Per questo i giovani devono essere coinvolti maggiormente nei processi decisionali. Il modello organizzativo che ha creato il Comitato Giovani per l’Italia, ne sono sicuro, riuscirà certamente  a dare un contributo importante per il sistema culturale di questo Paese, come anche potrà essere d’ispirazione per molti giovani a livello internazionale”.

Nel corso dell’assemblea - che ha visto partecipare tra gli altri Dario Franceschini, ministro del Mibact; Arnaldo Colasanti, delegato del ministero del Miur;  Giovanni Puglisi, presidente della Commissione nazionale Italiana per l’UNESCO; Massimo Bray, direttore generale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani; Alessio Pascucci, vicepresidente dell’associazione Beni italiani Patrimonio Mondiale UNESCO; Gianluca Callipo, coordinatore Nazionale ANCI Giovani; Alessandro Micheli, Presidente Nazionale Giovani Imprenditori Confcommercio -  sono stati nominati ambasciatori del Comitato nel mondo tre musicisti d’eccezione: il trombettista jazz Paolo Fresu, il leader dei Subsonica Davide Boosta Dileo e il fondatore e leader del Banco del Mutuo Soccorso, Vittorio Nocenzi.
 

 
Manovra che rientra nel piano di coesione Pac
 
Un posto d’eccezione è stato riservato al Comitato Sicilia guidato dalla rappresentante ing. Elvira Nicolini con la delegazione regionale composta da: Maria Francesca Alberghina, Antonio Bonomo, Damiano Bracchitta, Santino Alessandro Cugno, Luca Fauzia, Leonarda Fazio, Giuseppe Milazzo, Valentina Palermo, Alessandro Romano, Irene Salvo. Il gruppo siciliano ha presentato in assemblea plenaria il proprio team e i progetti che intende affrontare a livello locale per la salvaguardia e la valorizzazione del ricco patrimonio tangibile e intangibile che la Sicilia custodisce ed è già in opera per lo sviluppo di diversi progetti educativi a carattere nazionale che vedono il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche e universitarie mediante esperienze e incontri incentrati alla sensibilizzazione verso i valori e il patrimonio Unesco.

Articolo pubblicato il 26 gennaio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Prima assembla nazionale del Comitato giovani della Commisione nazionale per l'Unesco
Prima assembla nazionale del Comitato giovani della Commisione nazionale per l'Unesco