Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Comuni virtuosi: alla Sicilia voto 2
di Rosario Battiato

Soltanto Collesano (Palermo) e Aci Bonaccorsi (Catania) hanno i requisiti per far parte dell’associazione nazionale. Bocciati in gestione dei rifiuti, energia, consumo del suolo, depurazione

Tags: Comuni Virtuosi, Regione Siciliana



PALERMO – Sono soltanto due (Collesano, in provincia di Palermo, e Aci Bonaccorsi, in territorio catanese) gli Enti isolani che fanno parte dell’Associazione nazionale dei Comuni virtuosi. Ci sono, infatti, dati inappuntabili che dimostrano la distanza tra le amministrazioni isolane e il concetto di virtuoso. Numeri che vanno dai rifiuti al risparmio energetico, fino al dialogo con i cittadini.
La Sicilia, insomma, anche da questo punto di vista resta a guardare, mentre diventa sempre più ampio quel divario con il Nord che, continuando su questa strada potrebbe diventare quasi incolmabile.
Gli amministratori isolani devono comprendere che per invertire questa tendenza è sufficiente imitare i modelli positivi, che ci sono e sono numerosi, italiani ed esteri. Solo allora si potrà tornare a parlare di Sicilia virtuosa.
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 04 febbraio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐