Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Erasmus+, studenti isolani sempre più "viaggiatori"
di Andrea Carlino

Palermo guida la classifica con 741, poi Catania (332) e Messina (179). Italia al secondo posto per numero di candidature

Tags: Erasmus+, Università



CATANIA - Sono stati presentati a Bruxelles i risultati raggiunti da Erasmus +, nel primo anno del programma. Dai numeri emerge anche la buona performance dell’Italia, che è fra i Paesi che hanno maggiormente beneficiato dei finanziamenti europei. Le borse di mobilità per studenti, tirocinanti, insegnanti, volontari e altri giovani hanno permesso a quasi 58mila italiani di partire con un impegno finanziario di 92.80 milioni di euro. In questo ambito l’Italia è seconda solo alla Turchia per numero di candidature presentate.
 
Le prime 5 università italiane per studenti in uscita sono: l’Università di Bologna, Alma Mater Studiorum, l’Università di Padova, la “Sapienza” di Roma, l’Università di Torino e la Statale di Milano. Le destinazioni più scelte dagli studenti italiani sono Spagna, Francia, Germania, Regno Unito, Portogallo. Gli atenei italiani che accolgono più studenti dall’estero sono l’Alma Mater di Bologna, la “Sapienza” di Roma, l’Università di Firenze, il Politecnico di Milano e l’Università di Padova.
 
Gli universitari arrivano soprattutto da Spagna, Francia, Germania, Turchia e Polonia.  Anche gli atenei siciliani hanno risposto positivamente ad Erasmus+ con una crescita del 19% degli studenti in mobilità nell’a.a. 2014/2015. 1.350 è il volume della partecipazione, tra 1.064 studenti partiti per studio e 286 tirocinanti ospitati in imprese europee. Nel complesso sono 14 gli Istituti di istruzione superiore coinvolti, inclusi due Consorzi, il più attivo l’Ateneo palermitano con 741 studenti in uscita (635 per studio e 106 per tirocinio); segue l’Università degli Studi di Catania con 332 studenti in uscita (227 per Studio e 105 per tirocinio); quindi l’Università degli Studi di Messina con 179 studenti (121 per Studio e 58 in tirocinio).
 
Per quanto riguarda la Mobilità internazionale per crediti Erasmus+, l’Università di Messina e l’Università di Palermo sono gli atenei che in Italia accolgono il numero più alto di studenti dell’Area del Mediterraneo Meridionale (Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia). Le destinazioni più scelte per studio sono Spagna, Germania, Francia, Polonia; sul versante tirocini (che in media durano 3,3 mesi) si inserisce il Regno Unito, al secondo posto dopo la Spagna. Se si guarda all’accoglienza di studenti europei, la regione nell'a.a. 2013/2014 (ultimo disponibile) ha ospitato 633 universitari, arrivati per lo più dalla Spagna, Germania e Polonia.

Articolo pubblicato il 10 febbraio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus