Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Villa Bellini, si moltiplicano gli episodi di microcriminalità
di Melania Tanteri

Ultimo fatto increscioso accaduto la scorsa settimana: quindicenne malmenato da branco di coetanei. Tuccio Tringale: intervenire immediatamente per evitare che succeda il peggio

Tags: Catania, Villa Bellini, Microcriminalità



CATANIA - Una situazione giunta ormai al limite. Quella che si registra, ormai quasi ogni giorno, alla villa Bellini di Catania, grande – e unico – parco cittadino in pieno centro, dove si moltiplicano episodi di microcriminalità che preoccupano, e non poco, cittadini e amministratori. L’ultimo di una lunga serie di spiacevoli episodi è accaduto la scorsa settimana quando un ragazzino di appena 15 anni è stato violentemente malmenato da un vero e proprio branco di bulli. Tutti ragazzini di circa 13 anni, tranne uno di 15 anni che è stato denunciato dalla polizia, chiamata dal papà del minore e da un socio di questi che, invano, hanno prima cercato un vigile urbano. Non trovandolo.

L’episodio è finito in Consiglio comunale dove, martedì sera, il consigliere Manlio Messina ha interrogato l’assessore alla Legalità, Rosario D’agata, domandando quali iniziative abbia posto in essere l’amministrazione per contrastare un fenomeno in crescita. E segnalando la mancata illuminazione di un’ampia porzione della Villa che sarebbe da mesi quasi al buio.

“Le lampade non funzionano da tempo – ha evidenziato Messina, esponente di Fratelli d’Italia – ma nessuno sembra intenzionato a sostituirle, ripristinando l’illuminazione”. Una situazione delicata, quella emersa in consiglio comunale, che non riguarderebbe solo il parco Bellini. Pare infatti, come evidenziato da un altro consigliere comunale, Tuccio Tringale, che anche il centro storico sia “invaso” da gruppi di ragazzini che disturberebbero i coetanei, facendo loro angherie. Bande più o meno organizzate di giovani e giovanissimi che girerebbero per le strade del centro indisturbati.

“Bisogna intervenire immediatamente per fronteggiare questi fenomeni – ha tuonato l’esponente di Catania 2.0 – perché la situazione è molto grave e potrebbe succedere di peggio”. Ne è consapevole il delegato del sindaco Enzo Bianco in tema di legalità, che ha replicato in aula. “Non si può negare – ha detto l’assessore che ha anche la delega all’Ambiente – che vi sia la necessità di maggiore presenza di forze dell’ordine in città. Per questo – ha continuato – mi farò parte dirigente nei confronti del comandante dei Vigili urbani, Pietro Belfiore, per chiedere di aumentare l’organico in servizio alla Villa Bellini e in centro storico”. 

Anche se, come hanno evidenziato dal comando di piazza Spedini, mancherebbe l’organico per aumentare i servizi. Per quanto riguarda l’illuminazione, invece, D’Agata ha assicurato di aver già interessato gli uffici competenti per verificare i problemi e risolverli.

Articolo pubblicato il 11 febbraio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus