Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La Regione colleziona infrazioni Ue
di Rosario Battiato

Sono ben 9, sulle 91 totali dell’Italia, le irregolarità rilevate dalla Commissione. E tutte in materia ambientale. Dai rifiuti alla depurazione, alla qualità dell’aria: multe certe di 190 mln l’anno

Tags: Regione Siciliana, Unione Europea, Infrazioni



PALERMO – La Commissione europea non le manda certo a dire. Dalle parti di Bruxelles hanno avviato ben 91 procedure di infrazione nei confronti dell’Italia e parte di queste sono già passate anche da Lussemburgo, sede della Corte di Giustizia Ue. Pertanto si respira aria di altre sanzioni. In questo ricco campionario di violazioni delle direttive Ue, anche la Regione siciliana vuole fare la sua bella figura e ci riesce senza faticare troppo.
Ci sono ben 9 infrazioni che coinvolgono direttamente l’Isola e che riguardano settori tristemente noti come depurazione, qualità dell’aria, rifiuti, rumori. Tre di queste hanno già ricevuto una sentenza dalla Corte. Pronte multe milionarie che da Roma saranno recapitate a Palermo.
I siciliani si preparino: un comma della Legge di stabilità permette al governo di girare le multe alle Regioni responsabili.
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 19 febbraio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐