Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sicilia amata per il mare, snobbata per i borghi
di Michele Giuliano

Da un’indagine on line l’Isola è meta preferita per le sue spiagge ma è ancora poco considerata per i piccoli centri. Tra le località più apprezzate ci sono la Spiaggia dei Conigli (Lampedusa) e quella di Calamosche (Siracusa)

Tags: Borgo, Turismo, Sicilia, Lampedusa, Calamosche



PALERMO - Il bicchiere è pieno a metà: per gli addetti ai lavori è quasi vuoto, per chi invece può farsi ingannare dai numeri, è quasi del tutto pieno. Questione di prospettive quando si va ad analizzare l'indagine di PaesiOnLine, una delle principali guide interattive d’Italia in ambito turistico.

Gli spunti positivi ci sono per la Sicilia: dai dati raccolti attraverso le migliori piattaforme on line del settore emerge che la nostra Isola è una delle mete più ambite. Ma non lo è come dovrebbe. Il Sud si conferma soprattutto una meta per gli amanti del mare, e non è un caso se tra le località più in vista appartenenti al meridione ritroviamo la “Spiaggia dei Conigli” di Lampedusa, nell'agrigentino, e la “Spiaggia di Calamosche” in provincia di Siracusa.

Resta però l'amaro in bocca quando si apprende che il turista ha snobbato del tutto la Sicilia per ciò che concerne i borghi. Se da una parte si nota sempre più la tendenza dei turisti ad essere attirati da questi luoghi affascinanti, dall’altra si osserva come della Sicilia non bi sia traccia. Le mete più ambite sono quelle del centro Italia, dove a farla da padrone sono la Toscana (con Bagnone, Sovana e Pitigliano), le Marche (dove spicca la bellezza medievale di Corinaldo) e l’Umbria, che non manca di sorprendere grazie alle sue bellezze storiche (Perugia, Gubbio, Città della Pieve) e la natura, come le splendide Cascate delle Marmore.

Una conferma purtroppo per la Sicilia quella di non sapere sfruttare una risorsa così importante: infatti l'isola è ricchissima di questi luoghi incantati, quasi al top d'Italia. Ad oggi nell'associazione dei “I borghi più belli d'Italia” sono riconosciuti ben 19 siti siciliani, con Abruzzo, Umbria, Liguria, Marche e Lombardia che superano la Sicilia per un soffio. Ma ci sono tantissimi altri borghi che invece sono stati dimenticati proprio in Sicilia: ad esempio Gioiosa Guardia, borgo abbandonato nel 1783 per un ennesimo terremoto. Fondata da Vinciguerra d’Aragona, durante il regno di Federico III d’Aragona, si trova sul monte Meliuso. Come non citare Poggioreale, Gibellina e Salaparuta: abbandonati successivamente al terremoto del Belice durante il ’68, ruderi e ferrovia costituiscono un itinerario affascinante di 20 chilometri. Partendo da Poggioreale si può far tappa alla vecchia baraccopoli di Rampinzeri o di Santaninfa per poi arrivare a Gibellina. Qui ci sarebbe anche l'opportunità di fare trekking ma la realtà è ben diversa.

Dall’analisi realizzata da PaesiOnLine emerge che la fascia d’età più attiva nel settore del turismo social è quella che va dai 35 ai 44 anni, e che costituisce il 22 per cento del numero di visitatori. Pressoché appaiate, con  differenze minime, sono invece le fasce che vanno dai 45 ai 54 anni (23 per cento dei fan complessivi) e dai 25 ai 34 anni, fascia in discreto aumento rispetto agli anni scorsi, e che si posiziona al 22 per cento tra il totale dei visitatori. Dalle fasce ‘senior’, ovvero dai 55 ai 64 anni e dagli over 65, provengono invece circa il 20 per cento del totale dei  visitatori, con un quasi pareggio tra fan di sesso femminile e  maschile, essendo la differenza molto meno marcata delle fasce più giovani.

Per quanto riguarda il sesso degli utenti, il 2015 ha confermato il prevalente interesse del pubblico femminile rispetto a quello maschile. Il turista tipo presente su Facebook è donna e ha un’età  compresa tra i 25 e i 34 anni.
 

 
San Marino è la località più apprezzata online
 
La località più vista nel 2015 è stata la piccola Repubblica di San  Marino, incastonata nel Nord Italia, e il cui splendido Cammino delle Streghe si è imposto come il luogo più amato dai turisti. Contribuisce sicuramente al grande successo della Repubblica del Titano la capacità di attrarre un pubblico anche molto differenziato per età, caratteristica questa che rende San Marino un posto davvero per tutti. Tra i posti più indicati, nel Nord Italia spiccano alcune vere e  proprie chicche: c’è la splendida piazza Unità d’Italia a Trieste, una delle piazze più grandi d’Europa direttamente affacciata sul mare, seguita dalla Strada della Forra di Tremosine, i cui magnifici  tornanti scavati nella roccia viva, e affacciati sul Lago di Garda, richiamano l’attenzione di migliaia di appassionati; chiude lo scenario  settentrionale l’antica Fortezza di Fenestrelle, nel Piemonte, luogo di grande rilievo storico e sempre foriero di dibattiti per la sua  ottocentesca funzione di prigione per gli oppositori dei Savoia. Scendendo al Centro Italia, ritroviamo ancora una volta la Toscana tra le mete più apprezzate, con ben tre luoghi che sono riusciti a imporsi nell’interesse degli utenti: i Bagni San Filippo a Castiglione d’Orcia, le Cascate del Gorello a Saturnia e lo splendido borgo di Bagnone.

Articolo pubblicato il 19 febbraio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Il borgo abbandonato di Poggioreale
Il borgo abbandonato di Poggioreale
L'antico borgo di Salaparuta
L'antico borgo di Salaparuta