Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Coop di nuova costituzione ammesse a credito di esercizio
Per un importo massimo di 15 mila euro, relativamente alla fase di avvio dell’attività. Modifica del regolamento di aiuti Ircac approvata dalla Giunta regionale

Tags: Ircac, Antonio Carullo, Cooperative



PALERMO - L’Ircac potrà finanziare la fase di start-up e cioè l’ avvio dell’attività per le cooperative di nuova costituzione. Un’importante novità consentita dalla modifica del Regolamento di aiuti dell’Ircac che è stato approvato dalla Giunta regionale di Governo. Soddisfazione è stata espressa dal commissario straordinario dell’Istituto, Antonio Carullo, che ha deliberato il nuovo regolamento con l’intento di rendere più rapida, semplice ed efficiente la concessione di mutui a tasso agevolato ( attualmente lo 0.70% annuo) alle cooperative siciliane.

Grazie al nuovo regolamento approvato dal Governo Lombardo, anche le cooperative di nuova costituzione potranno ottenere un credito di esercizio, per un importo massimo di 15mila euro, per la fase di avvio dell’attività: “Si tratta di una importante novità - commenta Carullo - che apre di fatto la strada a molti giovani che potranno scegliere la strada dell’autoimpresa, nella forma cooperativa, per realizzare un’attività che consenta loro un futuro lavorativo. L’Ircac intende così rispondere alla richiesta crescente di opportunità imprenditoriali, mettendo a disposizione risorse e competenze in un momento in cui l’accesso al credito risulta, soprattutto per le imprese di nuova costituzione, particolarmente difficile. L’approvazione da parte della Giunta di governo - continua Carullo - consente all’Istituto di essere un interlocutore valido per le imprese cooperative di nuova costituzione, alle quali è in grado di offrire, attraverso il proprio Ufficio di Consulenza aziendale e gli Sportelli decentrati di Agrigento, Catania, Siracusa e Caltagirone, assistenza e suggerimenti per la concessione dei finanziamenti necessari all’avvio dell’attività”.

Il nuovo regolamento per gli aiuti alle imprese, che con il nulla-osta del Governo regionale diventa operativo, prevede anche la possibilità da parte delle cooperative di presentare dichiarazioni sostitutive per certificati e documenti, in attesa di fornire quelli definitivi, in modo da sveltire le pratiche di finanziamento. Inoltre viene previsto che il  credito di esercizio possa essere immediatamente rinnovato, su richiesta della cooperative che deve essere avanzata 30 giorni prima della scadenza dell’ultima rata.

Nei giorni scorsi a Catania si è svolta la I Conferenza provinciale della cooperazione presso la Camera di Commercio del capoluogo etneo, organizzata dalle centrali cooperative Agci, Confcooperative, Legacoop, Unci ed Unicoop.Nell’occasione Carullo ha commentato: “Con il nuovo regolamento per gli aiuti alle imprese, approvato nei giorni scorsi dalla giunta regionale l’Ircac può concedere il finanziamento per la fase di start-up alle cooperative di nuova costituzione, con una forte spinta all’autoimprenditorialità per le giovani generazioni”.

Articolo pubblicato il 18 novembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus