Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Riforma Pubblica Amministrazione, decreti attuativi in dirittura d'arrivo
di Redazione

Il ministro Marianna Madia si è recata ieri alla Conferenza delle Regioni. “Noi dobbiamo portare velocità, certezza di tempi e di regole”

Tags: Pubblica Amministrazione, Marianna Madia



PALERMO - “Abbiamo portato 11 decreti in Consiglio dei ministri e siamo in dirittura d’arrivo per la bollinatura dell’ultimo”. Così il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia ai giornalisti, appena arrivata in Conferenza delle Regioni, dove ha incontrato i governatori per illustrare la riforma della Pubblica amministrazione.

A chi le chiedeva se vi è una visione centralista, come accusa il presidente del Veneto Luca Zaia, Madia ha risposto: “Assolutamente no. Dobbiamo consegnare al cittadino una Repubblica che nel suo insieme dia risposte con certezza di regole e di tempi. Questa è la visione di tutta la riforma della Pubblica amministrazione, non una serie di amministrazioni che agiscono isolate ma una Repubblica che nel suo insieme e a tutti i livelli di governo deve dare al cittadino un insieme di regole certe con tempi certi e servizi di qualità atti a soddisfare i suoi bisogni”.

“Se dai territori arriveranno pareri presto, il Consiglio di stato ha già iniziato a dare i pareri sui decreti, poi ci saranno i pareri delle Commissioni, credo in un paio di mesi dovremmo avere questi 11 decreti sulla Pa in Gazzetta ufficiale – ha dichiarato il ministro - E’ stato un ottimo incontro abbiamo condiviso che per avere effetti sulle persone la riforma della Pa deve essere implementata dai territori. Ci saranno, spero, dei pareri da parte della Conferenza Unificata che non faranno altro che migliorare la parte normativa per poi tutti insieme lavorare ad una rapida implementazione che porti ad un miglioramento della vita dei cittadini”.
“Noi dobbiamo portare velocità, certezza di tempi e di regole, questo significa portare velocità anche nel resto delle riforme che il Governo sta portando avanti. Se non funziona la Pa si bloccano i servizi al cittadino, la riforma della Pa è la riforma delle riforme”, ha concluso Madia.

“Io credo che già nelle prossime settimane riusciremo a dare un parere sulla gran parte” dei decreti sulla Pubblica amministrazione. Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Stefano Bonaccini.

“Abbiamo avuto un ottimo motivo di confronto. Abbiamo trasferito al ministro questa necessità: abbiamo bisogno che vi sia una riforma che deve essere fatta bene, che introduca elementi di modernizzazione, semplificazione ed efficienza nelle Pubbliche amministrazioni. Siamo già pronti: la prossima settimana o quella successiva saremo in grado di poter esprimere i pareri sui decreti”. Sugli 11 decreti, 2 hanno bisogno dell’intesa, gli altri 9 del parere. “Come sapete io sono un convinto sostenitore del fatto che le riforme vanno fatte bene e rapidamente per un Paese che ci ha messo storicamente troppo tempo”, ha concluso Bonaccini.

Articolo pubblicato il 26 febbraio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐