Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Palermo - Priorità alla sicurezza delle scuole
di Redazione

Accordo quadro per gli interventi di manutenzione nelle strutture di competenza del Comune per circa cinque milioni di euro. L’Amministrazione Orlando ha tracciato un bilancio dei lavori già effettuati e di quelli in fase di avvio

Tags: Scuola, Palermo, Sicurezza, Leoluca Orlando



PALERMO - Il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Riqualificazione urbana e Infrastrutture, Emilio Arcuri, hanno presentato l’accordo quadro per gli interventi di manutenzione in tutti gli asili nido e scuole comunali per un importo di circa cinque milioni. L’accordo ha una durata di dodici mesi e comprende tre tipi di intervento: manutenzione programmata, pronto intervento e manutenzione da progetto. L’appalto è finanziato interamente da risorse proprie del Bilancio comunale. Al lavoro saranno due imprese selezionate con procedure di evidenza pubblica che opereranno nell’area Nord e nell’area Sud della città.

Sono stati inoltre presentati i risultati degli interventi che hanno riguardato 32 edifici scolastici dove sono stati eseguiti interventi per un valore complessivo poco meno inferiore ai 10 milioni e mezzo di fondi Pon-Fers. Solo in sei di questi 32 edifici ( tra scuole elementari, medie e una scuola materna) i lavori si concluderanno a maggio. Si tratta delle scuole Pascoli, Serpotta, Cesareo, Borgo Ulivia e Pirandello, Vittorio Emanuele Orlando e Di Bartolo.

Il Comune ha sottolineato come Palermo sia stata l’unica città italianaa gestire i fondi del ministero senza affidare la progettazione degli interventi all’esterno. La struttura tecnica del Comune ha assistito le scuole dalla fase di progettazione fino al collaudo con una splendida sinergia.

Sottoscritti dal capo area della Riqualificazione urbana e delle Infrastrutture, Mario Li Castri, di concerto con i dirigenti scolastici, anche gli atti che riguardano altri undici interventi, finanziati con fondi Pon-Fesr per un valore complessivo inferiore di poco ai 4 milioni di euro.

Con Fondi europei si sono da poco conclusi i lavori nella scuola elementare Ferrara di piazza Magione, per circa tre milioni di euro. Con diverse fonti di finanziamento per la scuola media Leonardo da Vinci di via Serradifalco, sono in corso i relativi lavori.
Con 400mila euro di fondi comunali la scuola elementare Nuova Cavallari di via Giafar è finalmente uscita da un blocco ventennale e a fine marzo sarà riconsegnata all’istituzione scolastica ed al territorio. Infine, sono previsti interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento degli impianti elettrico, termico, idrico antincendio per un costo complessivo di 3,5 milioni di euro che saranno eseguiti da Amg Energia.

“Dopo due anni di intenso lavoro – ha sottolineato il sindaco Leoluca Orlando - che ha consentito di mettere in sicurezza e avviare alla piena agibilità secondo le normative vigenti tutte le scuole della città di Palermo di competenza comunale, scuole dell’infanzia, elementari e medie, abbiamo dalla nostra anche un accordo quadro che consente la manutenzione continua di tutto il patrimonio dell’edilizia scolastica, per evitare, quindi, che un piccolo intervento non realizzato in tempi rapidi possa causare danni ulteriori e maggiori”.

“Oggi – ha aggiunto – possiamo orgogliosamente affermare che tutte le scuole comunali di Palermo sono avviate verso la piena agibilità e ciò non è cosa da poco, stante la situazione disastrosa che abbiamo trovato. In due anni la scuola palermitana ha avuto interventi di manutenzione per circa 24 milioni di euro”.

Per l’assessore Arcuri, quello attuato dall’Amministrazione Orlando è “un modello culturale di manutenzione del patrimonio edilizio pubblico che vuol dire portare avanti un’azione di normalità, per tramite degli interventi di manutenzione ordinaria, di manutenzione a progetto e di pronto intervento, questo ci consente di lavorare ancora di più per la sicurezza delle strutture scolastiche senza dover rincorrere l’emergenza”.

Articolo pubblicato il 01 marzo 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus