Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Palermo - Parziale retromarcia sulle Ztl per evitare il pericolo ricorsi
di Gaspare Ingargiola

Un emendamento inserito nella Finanziaria regionale ha complicato i piani di Palazzo delle Aquile. Al centro del dibattito la differenza di tariffe tra residenti e non residenti

Tags: Palermo, Ztl, Viabilità, Leoluca Orlando, Giusto Catania



PALERMO - L’Ars entra a gamba tesa sulle Ztl nei Comuni siciliani e l’Amministrazione del capoluogo prima si oppone con fermezza ma poi ci ripensa e decide di accogliere in parte le obiezioni di Sala d’Ercole con uno sconto di 10 euro sul pass dei residenti. Stabilite anche multe, campagna di comunicazione e modalità di ritiro del contrassegno.

Tutto è iniziato martedì scorso quando nel calderone della finanziaria regionale è finito un emendamento del forzista Giuseppe Milazzo (che è anche consigliere comunale) che impone ai Comuni dell’isola che vogliano applicare le Ztl di adottare un regolamento attuativo entro 90 giorni. Rispetto al disciplinare tecnico elaborato dalla giunta Orlando, non ci sono sostanziali differenze se non nella richiesta di prevedere tariffe differenziate tra residenti e non residenti, mentre il provvedimento di Palazzo delle Aquile inizialmente stabiliva tariffe uguali per tutti.

“Questo emendamento - spiegava Milazzo nella sua relazione - non stabilisce con quali parametri si deve differenziare fra residente e non residente, perché quella è l’autonomia del Comune, né stabilisce un gettito preciso o determinato dall’assemblea. Noi manteniamo, quindi, solo un fatto di giustizia, in base al quale un residente che viene intrappolato nella Ztl non venga obbligato a pagare un pass uguale agli altri”.

A caldo piazza Pretoria ha replicato a muso duro parlando in una nota ufficiale di “contenuti già previsti dalle deliberazioni del Consiglio comunale, della Giunta e dall’ordinanza emanata dal dirigente competente” e sottolineando “l’incompetenza regionale in materia di tutela ambientale e di circolazione stradale che, come sancito da diverse sentenze della Corte costituzionale, sono esclusiva competenza dello Stato che, attraverso il Codice della Strada, dà mandato agli enti proprietari delle strade di disciplinare e regolamentare tempi e modalità di circolazione all’interno del proprio territorio”. Un potere che è di “esclusiva pertinenza dei Comuni”, specificava la giunta Orlando ribadendo “con forza la funzione strategica dell’Amat, azienda a totale partecipazione pubblica, che non può essere messa in discussione né indebolita, nelle sue funzioni di trasporto pubblico, da sempre presenti pretese speculative private. Tutto questo avviene anche tentando di utilizzare leggi regionali del tutto viziate per incompetenza che, comunque, non appaiono idonee ad impedire il già deliberato avvio della Ztl nella nostra città”.

Parole inequivocabili, seguite tuttavia da una parziale retromarcia nel weekend, anche per scongiurare eventuali ricorsi: con una delibera di Giunta il pass per i residenti è stato ridotto a 90 euro. Un bonus che si aggiunge alla possibilità, vietata agli altri, di usare i motori da Euro 0 a 2, al pass gratuito per le zone blu di pertinenza e a un abbonamento gratuito a una linea Amat tranne la 101.
L’incasso della partecipata non sarà più di 30 milioni ma la decurtazione è stata giudicata “sostenibile” nell’insieme del piano industriale.

Le principali novità riguardano le multe. Sanzioni non da 163 ma da 164 euro per i veicoli non autorizzati con motore da Euro 0 a 2; da 41 euro per i veicoli non autorizzati con motore da Euro 3 a salire; stessa cifra per chi lascia l’auto in sosta nella Ztl senza pass.
Da questa settimana partirà una campagna di informazione su ambito territoriale e perimetro della Ztl, tratti stradali di libero transito, orari e giorni di validità, divieti, disciplina di accesso, transito e sosta, sanzioni, tariffe, agevolazioni, punti di informazione, modalità di pagamento. Da domani sarà attivo un numero dedicato (091.350350) con tutte le informazioni per i cittadini. Dal 14 marzo sarà attivo, anche sul sito del Comune, il servizio online di prenotazione dei pass, che potranno essere pagati tramite bollettino postale o bonifico bancario e che saranno recapitati a casa entro una settimana. Dal 21 marzo sarà attivo anche il servizio di pagamento online attraverso carta di credito o banco posta, con rilascio immediato di un pass temporaneo e con il recapito a casa del pass definitivo entro una settimana.

Contemporaneamente sarà attivato il servizio di rilascio pass presso le sedi Amat di via Manin e via Giusti, presso i depositi del tram Roccella e Castellana e alla cittadella universitaria di viale delle Scienze.
La Ztl entrerà automaticamente in vigore con il posizionamento della segnaletica anche se è prevista una fase transitoria fino al 31 marzo, giorno in cui saranno attivati i controlli e le eventuali sanzioni.

Articolo pubblicato il 01 marzo 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐