Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ecco le lauree più idonee per lavorare nel settore Ict
di Desirée Miranda

L’importanza delle competenze digitali in un convegno di Assintel

Tags: Laurea, Università, Assintel



CATANIA - “Le proiezioni sulle competenze digitali in tutto il territorio europeo danno numeri incoraggianti per chi deve crearsi una competenza del mondo del lavoro. Ogni percorso di studio permette comunque di sviluppare competenze importanti in tal senso e Assintel, con il suo report annuale sulle competenze digitali e sui trend di mercato fornisce uno strumento utile”. Così Emanuele Spampinato, coordinatore Assintel Sicilia, in occasione del convegno #Connettiamoci, promosso da Assintel, l’associazione nazionale delle imprese ICT (information and communication technology) di Confcommercio.

Un incontro per sottolineare che il mondo del lavoro è in continua evoluzione e quindi devono esserlo anche le competenze dei lavoratori. Per questo è importante che i giovani ancora studenti universitari sappiano fare le giuste scelte e soprattutto specializzarsi. Se è vero inoltre che tutti i corsi di studio permettono una specializzazione e una o più competenze specifiche, è anche vero che nel mercato del lavoro non tutti trovano il loro posto anche perché in Italia, al contrario di altri Paesi europei come per esempio l’Inghilterra, non c’è un sistema di accertamento di ogni competenza anche se, almeno per quanto riguarda quelle tecniche, l’80% delle aziende informatiche considera fondamentale un sistema di certificazione.

Allora vale forse la pena considerare che le lauree più accreditate sono Informatica o Scienza dell’Informazione insieme ad altri indirizzi di Ingegneria, mentre il livello di copertura delle competenze (definite sulla base del sistema europeo e-Competence Framework - e-CF), misurato come simultanea presenza di tutte le componenti necessarie, varia dal 73% delle aziende ICT al 67% delle società in house delle Regioni e Province. Così dai dati di Asssintel risulta che i profili professionali più ricercati nelle aziende di informazione e comunicazione tecnologica sono il Security Specialist, l’Enterprise Architect, il Business Analyst. Nelle aziende utenti e nella PA sono il CIO, il Security Manager, il Database Administrator e il Digital Media Specialist, l’Enterprise Architect, il Business Information Manager, l’ICT Consultant e il Business Analyst. Ciò che secondo Assintel potrebbe far fare un balzo in avanti è la creazione di un ecosistema ICT siciliano “che faccia dialogare meglio le persone e le istituzioni, che integri informazioni e generi intelligenza, producendo inclusione e migliorando la vita del cittadino ed il business per le imprese”, afferma ancora Spampinato. Ciò che si sta creando è quindi una nuova azienda che come afferma Pietro Agen, presidente Confcommercio Sicilia “che per crescere deve puntare su una serie di nuove competenze ed esigenze di tecnologia, connessione, internet eccetera ma che invece di scontra con una realtà per cui buona parte delle aziende di oggi sono impreparate”. Tanto quindi in giovani possono fare per investire i loro anni di studio in una azienda che ha bisogno di loro per rimanere sul mercato. Bisogna cercare di essere intelligenti e lungimiranti”.

Articolo pubblicato il 02 marzo 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus