Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

Catania - Sanzioni per inosservanza delle norme sulla raccolta di rifiuti
di Redazione

Gli effetti dei controlli del Corpo di polizia municipale colpiscono un po’ tutti. Enzo Bianco: la raccolta differenziata è rispetto dell’ambiente e della collettività

Tags: Catania, Rifiuti, Raccolta Differenziata



CATANIA - Giardinieri intenti a smaltire rifiuti e potature violando la legge, automobilisti che smaltivano i rifiuti fuori orari, ed amministratori di condomini dove i rifiuti non sono stati smaltiti a norma. Sono le persone “colte in flagrante” e sanzionate a Catania dalla Polizia locale nell’ambito del ‘giro di vite’ deciso dal Comune nei confronti di chi butta l’immondizia in strada o lascia a sacchetti in strada nonostante “gli sforzi di amministrazione e collettività - afferma il Comune - di mantenere il decoro urbano attraverso la raccolta differenziata porta a porta”.

“Fare la raccolta differenziata - afferma il sindaco Enzo Bianco - non è solo una questione di rispetto dell’ambiente e della collettività. Al contrario di quel che si potrebbe pensare, il mancato rispetto delle disposizioni comunali in materia di spazzatura può comportare sanzioni, talvolta anche salate”.

“E ciò vale - aggiunge Bianco - non solo nel caso in cui vi sia la consapevole volontà del cittadino di eludere la disciplina in questione, ma anche di un errore incolpevole, magari dettato da distrazione e poca cura del decoro. Ecco perché conviene conoscere bene le norme e adeguarsi”. “Il fatto che si sia dovuto ricorrere a una legge dello Stato e che si sia voluto andare oltre le ordinanze dei sindaci emanate per limitare la sporcizia nelle strade - conclude Bianco - testimonia una scarsa sensibilità civica ed ecologica nel nostro Paese, che continua a non avere corsi specifici e strutturati di educazione ambientale nelle scuole, che noi come amministrazione comunale cercheremo a Catania di colmare grazie alla collaborazione del Consorzio nazionale imballaggi con cui abbiamo avviato la raccolta porta a porta in una prima area cittadina”.

Articolo pubblicato il 10 marzo 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐