Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Agricoltura: 2,2 mld rubati allo sviluppo
di Chiara Borzì

Eurispes-Coldiretti: raccolta, stoccaggio, imballaggio e spedizione, la criminalità controlla almeno 1,6 mld di euro nell’Isola. Istat: in Sicilia il 23,6% di irregolari nel comparto. Sommerso stimato in 667 mln di euro

Tags: Agricoltura, Coldiretti, Sicilia, Criminalità, Eurispes



Il terzo rapporto Coldiretti sulle agromafie ha rilanciato il tema dell’attività e soprattutto il guadagno della malavita nelle campagne italiane. Italiane, ma soprattutto meridionali e siciliane, perché la nostra regione – rappresentata in primis tramite la provincia di Ragusa – si colloca tra i territori con più alta presenza di mafia impegnata a gestire le attività del primo settore. L’indice di Ioc (indice di organizzazione criminale) rilevato per la provincia iblea è pari a 100. Un dato superiore a quello di Reggio Calabria (99,4), l’intera Napoli (78,9) o tutta Foggia (67,4). Ragusa in realtà non è sola, perché tra le prime dieci province italiane con più alto indice si trovano altre due siciliane, Caltanissetta (69,4) e Catania (57,5), allargano l’analisi alle prime venti si aggiungono Siracusa (49,2), Enna (48,4) e Palermo (47,5) ed infine ampliando il raggio alle 30 province si distinguono anche Trapani (45,3) e Agrigento (43,4).
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 11 marzo 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus