Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ambiente siciliano, enormi sprechi
di Rosario Battiato

La Corte dei Conti accusa Regione e Comuni sulla malagestione dei rifiuti e lo scarso contrasto agli abusi edilizi. Scandalo senza fine: più dell’80% dell’immondizia finisce in discarica

Tags: Sicilia, Rifiuti, Abusivismo, Corte Dei Conti, Regione Siciliana



PALERMO – L’ultima mazzata sulla cattiva gestione dell’ambiente siciliano è di quelle che pesano. Arriva direttamente dal procuratore regionale della Corte dei conti Giuseppe Aloisio che, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, ha dedicato al capitolo ambientale – rifiuti e abusivismo edilizio in prima linea – una porzione importante della sua relazione.
Ci sono responsabilità da distribuire tra tutti gli attori in campo con particolari riferimenti all’assenza di monitoraggio e controllo sul territorio sia per le abitazioni abusive che sul fronte della discariche. Queste ultime, ad oggi, restano quasi l’unica modalità di smaltimento dei rifiuti nell’Isola con un dato complessivo che nel 2014 è arrivato all’84% del totale dei rifiuti prodotti. Per la Regione e i Comuni, insomma, il tempo stringe e non è detto che l’esecutivo nazionale non decida, come già fatto in altri settori, di prendere in mano le redini.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 12 marzo 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐