Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Vaccarizzo, decisa serie di azioni per la messa in sicurezza
di Melania Tanteri

Sopralluogo dell’assessore Luigi Bosco e della commissione consiliare ai Lavori pubblici nel quartiere. I problemi: strada di accesso alla zona collinare e manutenzione delle arterie

Tags: Catania, Vaccarizzo, Luigi Bosco



CATANIA - Segnali di speranza per il quartiere di Vaccarizzo. La zona, al confine con la provincia di Siracusa, presenta infatti numerose problematiche che, negli anni, non sono mai state affrontate tempestivamente. Fino a oggi. A verificare quali problematiche insistano sul quartiere periferico di Catania e comprendere come poter affrontare i numerosi nodi, è stata la commissione consiliare permanente ai Lavori pubblici che, giovedì scorso, ha effettuato un sopralluogo insieme all’assessore al ramo, Luigi Bosco e ad alcuni dirigenti comunali e stabilito una serie di azioni. A cominciare dal garantire la sicurezza degli abitanti della zona collinare del quartiere e la manutenzione delle strade della zona bassa, ancora in prevalenza sterrate.

“Siamo arrivati finalmente a definire un percorso operativo - afferma Niccolò Notarbartolo, presidente della commissione - che prevede due nodi principali: il ripristino della viabilità nella zona bassa, alle spalle della statale 114, dove le strade sono ancora, per la maggior parte, sterrate e comunque necessitano di interventi di manutenzione”.

Il secondo riguarda la collina e l’accesso alla stessa, attualmente possibile solo attraverso un ponte sufficiente a sopportare il traffico ordinario ma, come constatato dallo stesso assessore, inadeguato in caso di emergenza.
Entrambi aspetti per i quali l’amministrazione si è impegnata. “Riguardo la strada di accesso alla zona collinare – afferma Luigi Bosco - ho chiesto all’ingegnere Marra di modificare il Piano triennale delle opere pubbliche in modo da poter inserire questo intervento e permettere la progettazione esecutiva, in modo che l’opera possa essere cantierabile”.

L’altro impegno preso dal delegato del sindaco Bianco per i Lavori pubblici, riguarda la sistemazione delle strade. Per operare con regolarità, la sesta municipalità, presente al sopralluogo con il presidente Lorenzo Leone e alcuni consiglieri, stilerà un elenco di priorità che, una volta analizzate dagli uffici comunali, verranno realizzate a step. “Ogni volta che progetteremo pavimentazione e bitumazione strade - conclude l’assessore Bosco - inseriremo una strada di Vaccarizzo”.

Il tutto in attesa della programmazione urbanistica, fino a oggi mai effettuata, per un quartiere nato abusivo e poi sanato. In particolare, ad attendere segnali in questo senso, gli abitanti dei villaggi a mare. Qui, secondo l’amministrazione comunale, la responsabilità sarebbe del demanio, e questo renderebbe più difficile l’azione amministrativa. “Di fatto – afferma una residente - le strade sono ancora private poiché il Comune due volte ha motivato inammissibile l’inserimento nel demanio comunale della viabilità storica dei villaggi a mare e l’ultima strada che siamo riusciti ad asfaltare privatamente è la via Pagaro, e risale a 10 anni fa”.

Articolo pubblicato il 29 marzo 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus