Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Guide di media montagna nuova opportunità di lavoro
di Adriano Agatino Zuccaro

L’Ars ha approvato la norma attesa 12 anni. L’assessore al Turismo Barbagallo ne rileva la portata. Verranno utilizzate per accompagnare i turisti nei percorsi naturalistici dell’Isola

Tags: Lavoro, Guida Di Montagna, Marisa Mazzaglia, Turismo



PALERMO - “In Sicilia si istituiscono le ‘guide di media montagna’ che verranno utilizzate per la valorizzazione e l’accompagnamento dei turisti nei percorsi naturalistici dell’isola. è una norma alla quale abbiamo lavorato con impegno e che l’Ars ha approvato dopo un’attesa di oltre 12 anni”. L’annuncio dell’assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo, apparso sul sito ufficiale del gruppo parlamentare del Pd all’Ars qualche settimana fa, a proposito dell’approvazione dell’articolo della finanziaria che recepisce in Sicilia gli articoli 21 e 22 della legge nazionale 6 del 2 gennaio 1989, ha subito destato degli interrogativi.

La presidente del Parco dell’Etna, Marisa Mazzaglia, attraverso il profilo Facebook del Parco, ha accolto positivamente la norma che “garantirà una nuova spinta al turismo in Sicilia, ma in modo particolare nell’area etnea. Il provvedimento va considerato, insieme all’imminente bando per le guide vulcanologiche, un momento di apertura verso una professione antica, ma sempre più richiesta sull’Etna e su tutto il territorio regionale [...] e ciò consentirà a molti giovani di esercitare legittimamente questa professione”. Qualche dubbio tuttavia rimane, prosegue il post, su alcune questioni che riguardano l’inquadramento di questi soggetti nei vari collegi delle guide alpine, al quale questa figura dell’Accompagnatore di media montagna è strettamente e necessariamente connessa. “Ci si chiede peraltro - conclude il post - come si porranno questi soggetti rispetto alle varie figure che comunque, ciascuno con i propri titoli, leggi ed associazioni di categoria e di appartenenza, svolge da anni l’attività escursionistica, di educazione ambientale di formazione sia in zone montane, ma anche in altri ambiti e territori”.

L’assessore Barbagallo ha chiarito gli obiettivi della legge nell’intervista che segue rilasciata al QdS.

Quali sono le tempistiche previste per l’assunzione delle nuove guide?
“Entro 60 giorni dalla pubblicazione dalla legge dovremo approvare il mio decreto. Verranno previste, probabilmente, delle selezioni con l’obiettivo di abilitare il maggior numero di guide possibile da subito in modo che l’offerta della Dmo (Destination management organization) naturalistica venga fruita in modo professionale”.

In quali ambiti potranno operare?
“Le guide di media montagna sono previste dalla legge nazionale che le disciplina, sono delle guide che possono operare fino a 2.000 metri d’altezza e soprattutto nei sentieri naturalistici che vogliamo valorizzare e su cui c’è grande attesa. Sicuramente le guide di media montagna saranno tra gli interpreti più importanti per far fruire al meglio i sentieri e l’ambiente circostante”.

Alcune guide che sono già in possesso di una certificazione Aigae, Associazione italiana guide ambientali escursionistiche, si sentono minacciati dalla norma...
“Per la Regione siciliana la legge regionale del 2004 prevedeva le guide ambientali escursionistiche ma dal 2004 ad oggi non abbiamo abilitato nessuna guida ambientale escursionistica. Il legislatore ha sostituito la guida ambientale escursionistica con la guida di media montagna come accade nel resto d’Italia”. 

In attesa delle norme attuative necessarie al conseguimento della qualifica, rimangono vive le speranze di molti giovani siciliani che per anni hanno atteso novità che consentissero loro di esercitare una professione cardine per un territorio a vocazione turistica qual è (o dovrebbe essere) la nostra Isola.

Articolo pubblicato il 02 aprile 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus