Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

97 mln di euro frodati all'Ue nel 2015
di Oriana Sipala

GdF Sicilia: 723 interventi effettuati e 407 denunciati nel corso dell’ultimo anno: Fse e Fesr i programmi più colpiti. Corte dei Conti: “Nel Por 2000-06 irregolari 64 mln spesi sul Fondo sociale europeo”

Tags: Unione Europea, Ue



È ormai tristemente risaputo che i soldi pubblici, messi a disposizione dalle Istituzioni, non sempre vanno spesi secondo le regole. Una bella fetta di questa succulenta torta viene infatti fagocitata da ambienti criminali, che operano al di fuori di ogni norma. Il lavoro delle forze dell’ordine, prima fra tutte la Guardia di finanza, diventa quindi fondamentale per arginare questo fenomeno. E proprio di recente, il Comando regionale della Gdf, ha diffuso i risultati del suo operato sul territorio siciliano per l’anno 2015, portando alla luce numeri impressionanti in materia di frodi e irregolarità che pesano sui bilanci delle Istituzioni pubbliche.
Desta allarme, in particolare, l’ammontare dei fondi indebitamente percepiti o richiesti a carico del bilancio dell’Unione europea. Si parla infatti di oltre 97 milioni di euro.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 12 aprile 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐