Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sanatorie: inefficienza da 400 mln
di Rosario Battiato

Uffici dei Comuni troppo lenti nell’esitare le pratiche: solo 50 mila quelle evase su un totale di 161 mila. Nei capoluoghi il mancato incasso rappresenta un danno per le casse pubbliche

Tags: Sanatoria, Regione Siciliana



PALERMO - Seconda e conclusiva puntata del nostro approfondimento sulle pratiche di sanatoria edilizia. Dopo aver tracciato un quadro della situazione per ciò che riguarda le Città metropolitane, adesso tocca agli altri capoluoghi, dove la situazione non è certo migliore.
Ancora una volta, l’efficienza di altre realtà appare lontanissima: nel gruppo dei Comuni medio-piccoli dell’Isola, nessuno è riuscito a evadere tutte le pratiche presentate, a differenza di altri centri nazionali che ci sono riusciti (parliamo di Ravenna con 25 mila e Imola con 7 mila, per citarne due che avevano un carico di pratiche paragonabile).
Per i Comuni della Sicilia, dunque, è necessario darsi una mossa, per evitare che tali ingenti, potenziali incassi, continuino a restare chiusi all’interno dei cassetti degli uffici competenti.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 26 maggio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Le pratiche di sanatoria edilizia ad Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa, Siracusa, Trapani
Le pratiche di sanatoria edilizia ad Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa, Siracusa, Trapani