Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Formazione, chiesto lo stato di crisi
di Redazione

Marziano ha incontrato il sottosegretario Luigi Bobba. “Occorrono strumenti e misure straordinarie”

Tags: Formazione, Bruno Marziano, Lavoro



PALERMO - L’assessore regionale alla Formazione e all'Istruzione della Regione siciliana, Bruno Marziano, ha incontrato al ministero del Lavoro il sottosegretario Luigi Bobba per discutere della richiesta della Regione di dichiarare lo stato di crisi della Formazione professionale in Sicilia.

“Ho illustrato al sottosegretario i motivi alla base di questa richiesta, contenuti nella lettera che il presidente della Regione Rosario Crocetta ha inviato al ministro Poletti. La condizione attuale del settore - dice Marziano - richiede strumenti e misure straordinarie per affrontare le criticità che hanno portato a questa situazione. La Regione intende agire principalmente su tre leve: prepensionamenti e incentivi all'esodo; rafforzamento del sistema Iefp (ex obbligo formativo); piano di stabilizzazione quinquennale dei corsi di formazione professionale e tradizionale".
 
"Ho trovato grande attenzione e disponibilità da parte del sottosegretario - prosegue Marziano - che si è fatto carico di discutere con il ministro della nostra richiesta. L’obiettivo infatti, una volta dichiarato lo stato di crisi, è attivare un tavolo nazionale per mettere in campo gli strumenti per affrontare le emergenze e creare le condizioni per rilanciare, finalmente, la formazione professionale in Sicilia”.

Articolo pubblicato il 08 giugno 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐