Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La Regione siciliana evade i contributi
di Paola Giordano

Senza montante contributivo versato, impossibile il passaggio all’Inps previsto dalla l.r. 2/02, poi abrogata. Il trasferimento della gestione al Fondo Pensioni sarà completato nel 2043

Tags: Regione Siciliana, Evasione, Fondo Pensione



595.497.748,20 euro: è questa la spesa totale per i 16.066 pensionati della Regione siciliana al 31 dicembre del 2015. A sborsare la stragrande maggioranza di questa enorme cifra - ben 584,2 milioni - è mamma Regione che li preleva direttamente dal bilancio regionale, contrariamente a quanto accade nelle altre regioni italiane, dove la gestione delle pensioni è a carico dell’Inps.
Un’anomalia, la nostra, alla quale la stessa Regione ha tentato anni fa di porre rimedio. Senza alcun risultato. Correva l’anno 2002 quando venne promulgata la legge regionale n. 2, con la quale si provvedeva a uniformare il sistema previdenziale siciliano a quello nazionale affidando la gestione dei trattamenti pensionistici dei dipendenti regionali all’Inpdap (art. 5).
 
 (Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 11 giugno 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐