Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Lungomare, dossi nella pista ciclabile
di Desirée Miranda

Molteplici lamentele in seguito alla collocazione dei rallentamenti in asfalto su carreggiata e pista. Servizio ancora incompleto. D’Agata: “Posso parlare di tempi ravvicinati di consegna”

Tags: Catania, Lungomare, Pista Ciclabile



CATANIA - Quando si inizia qualcosa di solito la si completa e poi si passa oltre. Un concetto generale che sembra però non essere applicato a Catania dove non tutto si completa e le discussioni e i problemi si ripetono e ripresentano anche a distanza di tempo. Accade così che la pista ciclabile al lungomare di Catania, da piazza Europa a piazza Nettuno, che in teoria dovrebbe essere completa e fornire un servizio alla città degno di ogni città di una società civile, non solo non è stata ancora interamente consegnata alla città e la sua inaugurazione è avvenuta per un servizio incompleto, è al centro di polemiche cittadine per la nuova collocazione di dossi in asfalto che occupano tutta la carreggiata e anche la pista ciclabile.

Una novità della settimana che non è andata giù a molti cittadini e membri dell’opposizione che si chiedono quale logica stia dietro a questa decisione. Il dosso, che non è segnalato da cartelli, servirebbe a rallentare il traffico che dovrebbe andare a una velocità limite di 30 km orari, ma così anche i ciclisti saranno costretti ad attraversarlo.

“Le scelte sono state fatte dai tecnici e mi dicono che è stato così deciso per evitare che i pedoni debbano fare un gradino, una volta scesi dal marciapiedi, per potere attraversare la strada”, afferma l’assessore alla viabilità del comune di Catania Rosario D’agata.
“Non c’è nessuna norma che che impone di fare in un modo o nell’altro e lavoriamo per accorgimenti per la sicurezza dei soggetti più deboli in quella strada, ovvero i pedoni e i ciclisti. Novità ci sono anche per quanto riguarda il completamento della pista. È stata già pubblicata infatti la procedura negoziata per l’esecuzione di lavori di fornitura e posa in opera di cordoli delineatori stradali in plastica eterogenea riciclata non valicabili per pista ciclabile lungomare di Catania da piazza Europa a piazza Nettuno”.

L’intervento di fornitura e posa in opera di cordoli in plastica eterogenea riciclata delle dimensioni di 100 x 530 x 160h, di colore rosso o bianco, costerà 185 mila euro. Cifra che va a sommarsi ai 168 mila già spesi per la realizzazione dell’attuale opera, portando così la spesa a superare i 300 mila euro. Ancora incerti però, i tempi di posa.

“Non sono in grado di dire con precisione quando completeremo, ma posso parlare di tempi ravvicinati, massimo di un mese per l’aggiudicazione della gara e poi la messa in opera sarà abbastanza veloce. Ne abbiamo già avuto prova quando hanno posizionati i primi cordoli”. Nessuna novità invece per quanto riguarda il collegamento della pista ciclabile con quella della playa. Un progetto per cui “non c’è ancora progettualità”, come sostiene l’assessore D’Agata. “Vediamo se riusciamo a farla, dobbiamo valutare diverse cose”, spiega “intanto però completiamo questa al lungomare e respiriamo un po’ che che sembra essere la pista più chiacchierata d’Italia”, conclude.

Articolo pubblicato il 02 luglio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus