Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Il grande bluff di Garanzia giovani
di Michele Giuliano

44 mln di euro per realizzare i tirocini formativi ma solo il 10% di assunti contro una media nazionale di oltre il 40%. Dalla Regione zero euro per l’autoimpiego e un bando che non è ancora pubblicato

Tags: Garanzia Giovani, Lavoro, Occupazione, Gianluca Miccichè, Neet



Tirocini a mai finire: e le aziende prendono mano d’opera praticamente a costo zero per 6 mesi. Poi possono decidere: continuare, ma cominciando a pagare dopo avere preso un altro contributo “una tantum” questa volta, oppure interrompere il rapporto di lavoro. Di questi tempi, con la crisi a mordere le caviglie delle imprese siciliane, tutto fa brodo. E allora si imbarcano persone a costo zero. Il rischio è però che questi lavoratori assunti con ogni probabilità ripiomberanno di nuovo nei meandri della disoccupazione quando questi bonus saranno finiti.
“Garanzia Giovani” in Sicilia è anche e soprattutto questo. Tanti soldi, provenienti da Stato e Unione Europea distribuiti attraverso la Regione, che rischiano di entrare nella storia come il più grande bluff del mondo del lavoro nel terzo millennio.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 12 luglio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus